GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA NEL SEGNO DI MARIAN PRICE

Dichiarazione dell’Irish Republican Prisoners Welfare Association (IRPWA) a sostegno della campagna di liberazione di Marian Price, Segretario nazionale dell’associazione in supporto ai pows ed alle loro famiglie

Traduzione a cura di Sara Parmigiani

Dato che oggi è la giornata internazionale della donna l’Irish Republican Prisoners Welfare Association (IRPWA) ritiene che si tratta di una piattaforma ideale per sollevare il caso del nostro Segretario Nazionale, Marian Price. Riteniamo che la situazione di Marian sia un problema che trascende le differenze politiche. Marian è internata senza alcuna accusa da quasi un anno. Il Segretario di Stato britannico, Owen Patterson, afferma che si trova in carcere perché la sua licenza di liberà è stata revocata. Marian non è mai stata rilasciata su licenza e il governo britannico ne è pienamente consapevole. Esso sostiene di aver smarrito il documento prova della grazia. Questa è semplicemente una scusa incredibile per giustificare il protrarsi della detenzione illegale.
Negli ultimi 11 mesi la salute mentale e fisica di Marian si è gravemente deteriorata. E’ stata tenuta in isolamento, uno status considerato livello internazionale, sia l’ONU e Amnesty international, come una violazione dei diritti umani dei prigionieri. Marian ha trascorso gli ultimi 11 mesi del suo internamento quale unica donna nel carcere maschile (Maghaberry, ndr). Questo ha ulteriormente aggravato il suo isolamento e il suo trasferimento nell’ala medica della prigione di Hydebank, è il risultato inevitabile di un regime di abbandono e di isolamento che è stata costretta a sopportare. Marian non è stata trasferita nel carcere di Hydebank semmai lo è stata l’ala medica lì; non vuole essere criminalizzata e resisterà a tutti i tentativi da parte del governo britannico di ridurla a criminale.
Dietro richiesta della famiglia di Marian e dei rappresentanti legali, l’IRPWA concede tempo ai meccanismi legali nella speranza che questa ingiustizia possa essere rovesciata. Per noi è evidente che non ci possa essere giustizia per Marian o qualsiasi altro repubblicano, in un tribunale britannico in Irlanda. Oggi stiamo lanciando una campagna nazionale per assicurare la liberazione di Marian e per evidenziare la farsa in cui è caduto il governo britannico nel tentativo di giustificare il suo internamento illegale. Chiediamo a tutti repubblicani e attivisti dei diritti umani di prendere posizione in favore di Marian. Marian non è semplicemente una figura politica al di sopra delle parti. Marian è una madre, una moglie e una sorella e deve essere rilasciato per la sua famiglia. Il suo caso richiama alla mente le parole di Edmund Burke “Il male vince quando i buoni non fanno nulla”.
Supporta Marian Price e contribuisci a ribaltare questo abuso dei suoi diritti umani e della dignità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.