Tag Archives: soldato f

Bloody Sunday Inquiry. Dieci anni da quel “unjustified and unjustifiable” pronunciato da David Cameron

Il 15 giugno 2020 ha segnato 10 anni dalla pubblicazione del Rapporto Saville, a conclusione dell’inchiesta sulla Bloody Sunday del 30 gennaio 1972 La Bloody Sunday Inquiry ebbe inizio sotto il governo Blair nel 1998 e si concluse, con la pubblicazione del rapporto finale, il 15 giugno 2020. L’indagine più lunga nella storia britannica, durante la quale sono state ascoltate

Continua a leggere

BLOODY SUNDAY. POTREBBE TRASFERIRSI A BELFAST IL PROCESSO AL SOLDATO F

Il giudice afferma che il processo dovrebbe essere trasferito a Belfast per ‘ragioni di sicurezza’. L’amarezza dei familiari delle vittime Nel corso della udienza preliminare di venerdì 17 gennaio, il giudice ha suggerito che il processo contro il Soldato F, accusato dell’omicidio di James Wray e William McKinney, dovrebbe essere trasferito a Belfast per “motivi di sicurezza”. Il giudice distrettuale

Continua a leggere

BLOODY SUNDAY, SOSTEGNO AL “SOLDATO F”. PROGRAMMATA MANIFESTAZIONE ALL’INIZIO DEL PROCESSO

Un gruppo di veterani dell’esercito britannico stanno pianificando una manifestazione per il giorno d’inizio del processo che vede un solo soldato, il “Soldato F”, incriminato per due omicidi il giorno della Bloody Sunday Il “Soldato F” è atteso davanti alla corte in agosto, e dovrà rispondere dell’omicidio di James Wray e William McKinney quel maledetto 30 gennaio 1972, quando il

Continua a leggere

“SOLDATO F”, INVIATO MANDATO DI COMPARIZIONE PER AGOSTO

La Derry Magistrates Court ha emesso un mandato di comparizione per il “Soldato F” per un’udienza che si terrà nel mese di agosto per essere formalmente accusato di duplice omicidio in una storica sentenza per la Bloody Sunday Oltre all’accusa di duplice omicidio, il “Soldato F” è accusato anche del tentato omicidio di quattro altre persone: Patrick O’Donnell, Michael Quinn,

Continua a leggere

ARMAGH, STRISCIONE IN SUPPORTO DEL ‘SOLDATO F’. LA PSNI NON INTERVIENE

Un uomo dal volto coperto ha appeso lo striscione, ma la PSNI è rimasta a guardare: le accuse di Saoradh e dello Sinn Féin Mickey Brady, MP di Newry e Armagh, ha dichiarato che un uomo dal volto coperto ha appeso lo striscione “in pieno giorno”, e che gli agenti nelle vicinanze non sono intervenuti. “È sbagliato che questo striscione

Continua a leggere

MURALES REPUBBLICANI DETURPATI NEL NORTH ARMAGH. LE AUTORITA’ INVITANO ALLA CALMA

Un appello alla calma è stato fatto dopo una serie di attacchi contro murales e monumenti repubblicani nel North Armagh Una serie di murales, raffiguranti volontari dell’IRA morti durante i Troubles, sono stati deturpati con vernice bianca. Attaccato con il lancio di latte vernice, anche un monumento ‘illegale’ eretto per commemorare l’anniversario dell’Easter Rising a Lurgantarry. Il consigliere Keith Haughian

Continua a leggere

BLOODY SUNDAY. NESSUN SEGNO DI PROCEDIMENTO PENALE CONTRO IL SOLDATO F

La famiglia di un uomo assassinato nella Bloody Sunday ha chiesto di incontrare i rappresentati del PPS per chiedere del ritardo nel portare il soldato in tribunale Sono passati più di 70 giorni da quando il Public Prosecution Service (PPS) dichiarò di avere prove sufficienti per incriminare di omicidio e tentato omicidio un membro del Reggimento Paracadutisti, noto come Soldato

Continua a leggere

GLASGOW. CENTINAIA DI VETERANI IN MARCIA CONTRO LA POLITICA DI PERSECUZIONI PER LE AZIONI COMPIUTE DURANTE TROUBLES

Circa 600 veterani hanno marciato per le strade di Glasgow per manifestare contro l’accuse rivolte ai veterani che hanno prestato servizio durante i Troubles Le famiglie di coloro che sono stati uccisi durante i Troubles, hanno accolto con favore le incriminazioni di soldati del British Army che hanno commesso reati durante il proprio servizio in Irlanda del Nord all’epoca dei

Continua a leggere

STRISCIONE IN SUPPORTO ALLA TRUPPE BRITANNICHE A LOUGHALL, LA REAZIONE DELLA SORELLA DI UN VOLONTARIO DELL’IRA UCCISO

La sorella di un membro dell’IRA, ucciso a colpi di arma da fuoco dalla SAS a Loughall, ha invitato i capi della difesa britannica a prendere le distanze da uno striscione che lei afferma: ‘deride’ la sua morte Mairead Kelly ha parlato dopo che lo striscione è stato issato a Loughall, Co. Armagh, nei giorni scorsi. Suo fratello Paddy Kelly

Continua a leggere

LA MINACCIA DI UN TORY ALLA MAY: “NIENTE SOSTEGNO AL GOVERNO SE I SOLDATI VERRANNO PROCESSATI”

Un ex uffciale dell’esercito, Johnny Mercer, ha scritto una lettera al Primo Ministro britannico con cui minaccia  di ritirare il suo sostegno al governo, se quest’ultimo non dovesse ritrattare  le  accuse contro ex militari, che egli ritiene “personalmente offensive” Nella lettera, ha affermato di non essere pronto a votare per alcuna normativa governativa – eccezion fatta per la Brexit – fino a quando

Continua a leggere
« Vecchi articoli