Tag Archives: Linda Nash

BLOODY SUNDAY. I FAMILIARI DELLE VITTIME: “L’INCRIMINAZIONE DI UN SOLO SOLDATO E’ UNO SCHIAFFO IN FACCIA”

Le famiglie di 13 vittime ,uccise a Derry nel massacro della Bloody Sunday, hanno parlato della loro devastazione e della profonda delusione per il fatto che il Public Prosecution Service abbia deciso di perseguire le accuse contro un solo membro del Reggimento Paracadutisti del British Army In totale, l’indagine della PSNI sulla Bloody Sunday ha investigato 17 soldati – uno

Leggi altro

MUSEUM OF FREE DERRY, LA PROTESTA: “NON METTETE I NOMI DELLE VITTIME INSIEME A QUELLI DEI SOLDATI”

Sono Linda Nash e Helen Deery le voci delle vittime della violenza britannica dei Troubles: dal 31 agosto hanno “occupato” il Museum of Free Derry, e hanno giurato di restarci finché il pannello che mostra i nomi delle vittime dell’esercito britannico insieme a quelli dei soldati morti durante i Troubles non sarà rimosso Vittime dell’esercito, soldati britannici, Volontari dell’IRA, civili e agenti

Leggi altro

BLOODY SUNDAY. FAMILIARI DI WILLIAM NASH INSULTATI DALLO SINN FEIN

Una delle sorelle di William Nash, vittima della Bloody Sunday del 30 gennaio del 1972, è stata sottoposta ad abusi verbali da un consigliere Sinn Fein a Derry Kate Nash ha riportato sul suo profilo Facebook: “Disgustosa esperienza con Patricia Louge, che mi ha suonato alla porta. Mia sorella ha spiegato al giovane (che la accompagnava, ndr) che non avremmo

Leggi altro

BLOODY SUNDAY 2013, IN MARCIA PER GIUSTIZIA E PROTESTA

Il 27 gennaio 2012, giorno designato per la commemorazione del 41esimo anniversario della Bloody Sunday, Derry ha ospitato la secondo edizione della March for Justice e una contromanifestazione lealista, una flag protest conclusasi pacificamente In marcia per la giustizia, per non dimenticare le vittime della Bloody Sunday a 41 anni di distanza dal massacro per mano del reggimento paracadutisti del

Leggi altro

FREE MARIAN PRICE RALLY A DUBLINO

In migliaia hanno sfilato dal Garden of Remembrance al GPO per chiedere nuovamente la liberazione di Marian Price, internata dal maggio 2011 e in gravissime condizioni di salute Sono giunti in massa da tutta l’Irlanda a chiedere giustizia per Marian Price. Il corteo, che ha sfilato lungo O’Connell Street, si è poi riunito davanti al General Post Office dove Jerry

Leggi altro

MARIAN PRICE TRASFERITA NEL CARCERE FEMMINILE DI HYDEBANK

La decisione di trasferire la leader repubblicana nella prigione vicino a Belfast, è stata dettata da motivi di salute in virtù delle raccomandazioni del personale medico del South Eastern Trust Marian Price in isolamento dal 15 maggio scorso a Maghaberry, è stata trasferita nel carcere femminile Hydebank, nelle vicinanze di Belfast, su consiglio del personale medico del South Eastern Trust.

Leggi altro

DERRY. PIU’ DI 200 PERSONE HANNO DISCUSSO DEL CASO PRICE

Monsignor Raymond Murray, ex cappellano della prigione di Armagh,  tra i relatori del meeting che si è tenuto ieri sera al Tower Hotel di Derry per discutere dell’ingiusta detenzione di Marian Price “Questa è una forma di internamento“, ha detto Monsignor Raymond Murray, cappellano del carcere di Armagh per quasi 20 anni, prendendo la parola durante l’incontro organizzato a Derry

Leggi altro

IN MIGLIAIA A DERRY PER LA MARCH FOR JUSTICE

Sullo stesso percorso seguito dalla marcia di quarant’anni fa, oggi – 29 gennaio – circa tremila persone (come riportato dal più benevolo dei media, ma le statistiche “ufficiose” parlano di 7000 presenze) sono scese di nuovo per le strade di Derry a chiedere ad una sola voce quella giustizia che ancora è negata alle vittime della Bloody Sunday Dopo le

Leggi altro

MARCH FOR JUSTICE: “ECCO PERCHÉ MARCIARE IN MEMORIA”

Lettera al Derry Journal di Jim Keys, ex membro del Bloody Sunday Committee, in difesa della March for Justice che si terrà a Derry il 29 gennaio, a quarant’anni dalla strage della Bloody Sunday. Resi noti i nomi dei relatori della manifestazione che non vedrà alcuna partecipazione politica Traduzione a cura di Elena Chiorino Signore, Cosa c’è di tanto sbagliato

Leggi altro
« Vecchi articoli