“ROLLING THUNDER RIDE”: PIÙ DI 4000 BIKERS IN DIFESA DEL “SOLDATO F”

Invaderanno le strade di Londra il 12 aprile in difesa del “Soldato F”, ora 77enne, l’unico soldato che sarà incriminato per il massacro della Bloody Sunday: in più di 4000 bikers hanno dato l’adesione

Il mondo dei veterani è insorto dopo la decisione del Public Prosecution Service di incriminare il “Soldato F” per l’omicidio di due delle vittime del massacro di civili del 30 gennaio 1972 a Derry, James Wray e William McKinney.

I sostenitori esprimono allarme per il fatto che soldati già anziani vengano processati per fatti accaduti tanto tempo fa.

L’organizzatore del ride e veterano inglese Harry Wragg ha spiegato a News Letter che l’idea è nata da “uno sfogo” sulla sua pagina Facebook.

“È una sfortuna che il Soldato F sia il focus della nostra protesta, perché quello che vogliamo fare non vuole in alcun modo colpire le famiglie della Bloody Sunday”, ha dichiarato.

“Il nostro governo non è composto che di voltafaccia pronti ad accoltellare i veterani nella schiena. Il motivo per cui gli animi sono così accesi è che un 77enne dovrà affrontare accuse per eventi di 46 anni fa”, ha aggiunto.

“I Troubles furono orrendi”, ha proseguito, “furono commessi crimini d’odio e crimini contro l’umanità, ma i nostri veterani furono mandati lì a mantenere la pace”.

“Il governo non può aspettarsi di arruolare soldati e poi 46 anni dopo dire ‘lasceremo che vi incriminino’. La PSNI è nella stessa posizione se spararono a qualcuno”.

“Il governo non ascolta nessuno”, continua Wragg. “Nel mio video affermo che tutti dicevano che non l’avrebbero accettato, ma nessuno ha fatto niente, quindi ho suggerito di salire sulle nostre moto per una rumorosa protesta a Londra”,

Wragg ha prestato servizio in Nord Irlanda nel 1981 nel Royal Corps of Transport, e ha perso un amico per una bomba su un Saracen.

“La cosa mi ha orripilato. Negli anni ho collezionato numerosi veicoli militari ma non ho mai voluto un Saracen. Il tutto fu troppo orripilante”.

“Non sono mai riuscito a capacitarmi delle cose che l’IRA era capace di fare alla sua gente”, ha aggiunto.

Wragg ha ammesso che il Marine Alexander Blackman fu giustamente accusato di omicidio, dopo che la telecamera del suo casco l’ha filmato mentre ammazzava un Talebano ferito in Afghanistan nel 2011.

“Quello è giusto”, ha affermato Wragg, “ma 30 o 40 anni dopo come farai mai a sapere chi sparò quale colpo? È possibile avere un giusto processo in casi simili? I testimoni sono ancora vivi? Cosa si ricordano? E la possibilità che inquinino la testimonianza?”

Il rally è aperto ai veterani di tutte le forze e ai loro sostenitori, anche quelli nordirlandesi.

“Se al Soldato F verrà dato l’ergastolo dovrà scontare l’ergastolo, ma non è giusto che si applichi un peso e due misure per lui e per l’IRA”, ha ancora voluto precisare Wragg. “Se il Good Friday Agreement permise a dei terroristi la libertà dopo aver ucciso molte persone perché ai veterani non può essere concesso lo stesso diritto?”

Il ride sta attirando bikers da tutto il Regno Unito, e i piani sono di invadere la piazza davanti a Buckingham Palace per un breve periodo di tempo, fare moltissimo rumore e poi sfrecciare di nuovo via.

Tratto da News Letter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.