BLOODY SUNDAY. EAMON McCANN TEME LA ‘RABBIA’ CHE RIAFFIOREREBBE SE I SOLDATI NON VERRANNO PROCESSATI

Ci sarà un ribollir di rabbia se si deciderà di non perseguire i soldati della Bloody Sunday, ha avvertito l’attivista Eamonn McCann

Eamon McCann è convinto che il Public Prosecution Service (PPS) annuncerà che i soldati saranno perseguiti. Tuttavia, il sindacalista, giornalista ed ex-MLA ha detto che se la decisione sarà differente, ci sarà un “ribollir di rabbia” a Derry e in tutta la comunità nazionalista.
“Se annunciano che ci saranno procedimenti penali, non credo che qualcuno a Derry rimarrà sorpreso, si avverte ciò che sta succedendo e non credo ci sarebbe stato alcun preavviso di una imminente decisione di andare avanti con procedimenti penali”.
“Sto seguendo la vicenda da molto tempo, non ho dubbi che sia stata presa una decisione di perseguire un certo numero di soldati e questo è quanto verrà annunciato giovedì”.
“Ma se, in questa fase, i procedimenti dovessero essere abbandonati o rinviati, penso che ci sarebbe ribollir di rabbia in questa città, e tra le fila della popolazione nazionalista, ma penso soprattutto alla montagna di prove che è stata prodotta. Data la natura conclusiva delle prove, direi che ci sono molte persone in questa società, che non sono affatto nazionaliste, che si sentirebbero per lo meno a disagio, nei riguardi di quello che è successo nella Bloody Sunday”.
McCann ha descritto Bloody Sunday come “diversa” rispetto alle altre atrocità dei Troubles. “La Bloody Sunday è stata un uomo in uniforme che rappresentava lo stato britannico, che è venuto in questa zona e ha ucciso i nostri amici e vicini. È stato abbastanza per far esplodere le vene con rabbia.”

Tratto da Belfast NewsLetter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.