OMICIDI UVF, CAUSA CIVILE CONTRO LA PSNI PER DISTRUZIONE DI PROVE

I familiari di due adolescenti uccisi dal settarismo lealista ad Armagh nel 1994 citeranno la PSNI in giudizio in un processo civile per distruzione di prove 

Gavin McShane, diciassette anni, fu ucciso insieme all’amico Shane McArdle mentre giocava con un videogame in un deposito di taxi.

A sparare furono i paramilitari lealisti dell’Ulster Volunteer Force (UVF).

Alla luce dell’anniversario della sua morte, che cade questa domenica, la famiglia ha annunciato l’intenzione di intentare una causa civile contro la PSNI, nella persona di Matt Baggott (Chief Constable).

Infatti, sull’allora Royal Ulster Constabulary grava l’accusa di distruzione di prove, inclusi gli indumenti che Gavin indossava quando venne colpito dal fuoco lealista.

Inoltre, la famiglia ha anche richiesto che il Police Ombudsman indaghi su come la RUC gestì l’inchiesta ai tempi.

La PSNI ha rifiutato di rilasciare commenti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...