OMICIDIO SAM MARSHALL. LA FAMIGLIA: “IL LIBRO CONFERMERÀ LA COLLUSIONE”

Verrà lanciato il 7 marzo, 22°anniversario della morte di Sam Marshall, il libro che, secondo la famiglia, “confermerà il coinvolgimento dello stato britannico” rivelando “dettagli fino ad ora sconosciuti”. Di seguito, la dichiarazione rilasciata ieri

“Mentre l’HET ci ha procurato nuove informazioni riguardo all’operazione militare sotto copertura che aveva come obiettivo Sam quando è stato ucciso, ha a tutti gli effetti glissato sul ruolo dello Special Branch del RUC, ignorandolo. Ha ammesso che l’intera operazione militare era commissionata, supervisionata e decisa dallo Special Branch del RUC, attraverso regolari incontri tra i soldati e almeno otto agenti. Tuttavia, l’HET ha totalmente fallito nell’investigare o esaminare il ruolo dello Special Branch nell’omicidio di Sam.
“Oltretutto, lo Stevens Report e l’Operation Belfast Report di Nuala O’Loan hanno messo chiaramente in luce il coinvolgimento di agenti in servizio sia presso lo Special Branch, sia tra le fila dell’Intelligence militare in omicidi controversi all’epoca della morte di Sam. In molti saranno estasiati nell’apprendere che l’HET si premurò di informare la nostra famiglia che in questo caso tali rivelazioni “non erano rilevanti”.
“Da quando Sam è stato ucciso nel 1990, siamo sempre stati convinti che lo Stato fosse in qualche modo coinvolto. Ora, dalla somma di informazioni e fatti riguardanti l’omicidio di Sam di cui siamo venuti a conoscenza recentemente, siamo certi che membri delle forze dello stato britannico, inclusa l’intelligence militare e lo Special Branch, sono state direttamente coinvolte nella pianificazione e nella commissione della sua morte. E siamo anche convinti che i ministri dello stato britannico siano consapevoli di questo.
“Il libro rivela nuovi fatti a dimostrazione di queste tesi. Sarà resa pubblica la completa entità dell’operazione congiunta dello Special Branch e delle squadre di sorveglianza britanniche che stava avendo luogo esattamente nel momento dell’omicidio di nostro fratello, e molte persone indubbiamente rimarranno scioccate nell’apprendere quanto vicina fosse un’unità militare britannica al luogo in cui hanno sparato a Sam. Davvero, non abbiamo alcun dubbio che in molti si chiederanno perché quei soldati britannici non intervennero per proteggere Sam o per fermare i killer.
“Nel libro, sono anche contenute rivelazioni sulle bugie che membri di spicco del RUC e ministri britannici raccontarono non solo a noi, ma anche all’intera comunità e alla stampa, riguardo all’omicidio di Sam.
“A tutti gli effetti, il libro mette in luce l’esistenza di un’ufficiale operazione di copertura segnata dai doppi giochi, dagli inganni e dal diniego degli inglesi, operazione che iniziò nel 1990 e continua ancora oggi. Inoltre, collega direttamente l’assassinio di Sam ad altri quattro omicidi ed un tentato omicidio nelle aree di Lurgan, Portadown e Dungannon.
“In più di vent’anni dalla sua morte, nessuna inchiesta è stata mai aperta sull’omicidio di Sam. La nostra famiglia è fermamente convinta che questo libro contenga nuove inoppugnabili prove, che non potranno che concretizzarsi nell’obbligo certo, da parte del Coroner e di John Larkin come Procuratore Generale, di ordinare l’apertura di un’inchiesta completa ed aperta su tutte le circostanze della morte di nostro fratello”.

Prima del lancio ufficiale del libro, che si terrà a Lurgan domani sera (7 marzo), la famiglia condurrà una breve veglia ed una cerimonia di commemorazione a Kilmaine Street che inizierà alle 19:30, per coincidere esattamente in luogo, data ed ora – 19:35 – della morte di Sam Marshall.

Related articles

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.