Tag Archives: base militare di massereene

MASSEREENE TRIAL: DOV’È LA GIUSTIZIA NELLE CORTI BRITANNICHE?

Ginnastica legale o interferenza politica? Analisi del processo contro Colin Duffy e Brian Shivers pubblicata da Independent Republican News Traduzione a cura di Elena Chiorino Una lettura del verdetto di Lord ‘justice’ Hart nel processo contro Colin Duffy e Brian Shivers deve essere una vera e propria goduria per i fanatici del sistema giuridico e per gli studenti di giustizia

Continua a leggere

COLIN DUFFY: “SARÒ SEMPRE UN ATTIVISTA REPUBBLICANO”

Intervistato da Suzanne Breen in esclusiva per il Sunday World prima della conferenza stampa di ieri, Colin Duffy parla apertamente: “Non ho avuto alcun ruolo nell’attentato di Massereene, non ero lì quella sera. È molto triste che ancora oggi i soldati britannici vengano uccisi per le strade del Nord, ma non dovrebbero essere in questo paese”. Nelle sue prime ore

Continua a leggere

MASSEREENE TRIAL. RIFLETTORI PUNTATI SU UNA CHIAMATA REGISTRATA

Continua il processo contro Colin Duffy e Brian Shivers. Al centro dell’udienza odierna un messaggio registrato È ancora il cellulare ritrovato abbandonato nell’auto su cui i killer sono fuggiti a fungere da perno nel processo per la strage di Massereene. Oggi, la giuria ha ascoltato la registrazione di una chiamata effettuata alle 21:40, poco dopo la sparatoria: si sentono due

Continua a leggere

REAZIONE DEL 32CSM ALL’INCRIMINAZIONE DI MARIAN PRICE

Dichiarazione del 32 County Sovereignity Movement dopo l’ufficializzazione delle accuse contro Marian Price in relazione alla strage alla base militare di Massereene, nel marzo 2009 a cura di Sara Parmigiani Comunicato del 32Csm In un chiaro tentativo di mascherare il fatto che la politica di internamento in uso da parte delle autorità britanniche ha portato alla fabbricazione di false accuse

Continua a leggere

MASSEREENE. NESSUNA NUOVA PROVA CONTRO MARIAN PRICE

Udienza preliminare nel procedimento penale, a 18 mesi di distanza dall’arresto di Marian Price. Contro la leader del 32 County Sovereignty Movement, il sospetto che abbia fornito un cellulare utilizzato nella strage di Massereene in cui trovarono la morte i soldati Patrick Azimkar e Mark Quinsey di Sara Parmigiani Marian Price, 57 anni, non era presente questa mattina all’udienza preliminare

Continua a leggere

STRIP SEARCH CAUSA DEL RINVIO DELL’UDIENZA PER LA RICHIESTA DI LIBERTA’ SU CAUZIONE DI COLIN DUFFY

La pratica dello strip search influenza nuovamente un’udienza nel processo contro Colin Duffy, accusato dell’omicidio di Patrick Azimkar e Mark Quinsey, nell’attentato alla base militare di Massereene. Colloqui in corso tra autorità carcerarie e prigionieri, in tema di perquisizione forzate Era prevista per oggi l’udienza per la discussione della richiesta di libertà su cauzione avanzata dai legali di Colin Duffy,

Continua a leggere

STRAGE DI MASSEREENE. COLIN DUFFY E BRIAN SHIVERS SI DICHIARANO “NON COLPEVOLI”

I due repubblicani si sono dichiarati estranei alla strage avvenuta il 2 marzo 2009 all’esterno della caserma di Massereene, durante la quale persero la vita due soldati britannici Colin Duffy, 43 anni, e Brian Shivers, 45 anni, sono rimasti seduti al banco degli imputati della Belfast Crown Court, mentre venivano letti loro i 9 capi d’accusa di cui devono rispondere

Continua a leggere

WIKILEAKS: HILLARY CLINTON CHIESE RELAZIONE DETTAGLIATA DELLA LOTTA DELLE FORZE DI SICUREZZA CONTRO I DISSIDENTI NORDIRLANDESI

Rivelazioni di Wikileaks tratte dal Belfast Telegraph, testata giornalista che ha avuto accesso all’intero archivio a cura di Doris Ercolani Hillary Clinton ha chiesto informative dettagliate sui tentativi delle forze di sicurezza per contrastare gli attacchi terroristici in Irlanda del Nord In un documento confidenziale, il Segretario di Stato americano chiese ai funzionari del consolato di Belfast di compilare dei

Continua a leggere

OMICIDIO CARROLL. SERVIZI SEGRETI INTERROGATI SULLA SPARIZIONE DI PROVE

Articolo tratto da “The Detail”, edizione 14 marzo di  Barry McCaffrey L’esercito inglese mise segretamente sotto controllo l’auto di un sospetto dissidente, nella notte in cui fu presumibilmente coinvolto nell’omicidio del poliziotto, Stephen Carroll. D’altronde, si è potuto rivelare che la prova dal dispositivo di controllo, fu poi distrutta mentre era conservata in un luogo che si supponeva sicuro, in

Continua a leggere

SUZANNE BREEN VINCE CAUSA DI DIFFAMAZIONE CONTRO LA NATIONAL UNION OF JOURNALISTS

La giornalista aveva fatto causa al NUJ dopo i commenti divulgati sulla sua posizione in materia di protezione delle fonti Si chiude a suon di quattrini il “capitolo Suzanne Breen” in materia di protezioni delle fonti. Nel giugno del 2009 la giornalista era uscita vincente da una causa intentata dal Police Service of Northern Ireland, volta a costringere la Breen

Continua a leggere
« Vecchi articoli