MASSEREENE TRIAL. RIFLETTORI PUNTATI SU UNA CHIAMATA REGISTRATA

Continua il processo contro Colin Duffy e Brian Shivers. Al centro dell’udienza odierna un messaggio registrato

È ancora il cellulare ritrovato abbandonato nell’auto su cui i killer sono fuggiti a fungere da perno nel processo per la strage di Massereene.
Oggi, la giuria ha ascoltato la registrazione di una chiamata effettuata alle 21:40, poco dopo la sparatoria: si sentono due voci, la prima pare informare sull’accaduto – “C’è stato qualche morto, tutto bene” – e la seconda risponde: “Ragazzi, siete stati ******” (Boys, you were cool as ****).
L’avvocato dell’accusa ha informato la giuria che si trattava di un telefono a traffico prepagato il cui proprietario non era registrato, e che la chiamata è stata effettuata da quel telefono alla sua stessa segreteria.
Secondo i tabulati, un sms promemoria è stato inviato qualche secondo dopo da Carngranny (Co. Antrim).
Duffy e Shivers, che devono rispondere anche di possesso di armi ed esplosivi e di sei accuse di tentato omicidio, si dichiarano completamente innocenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.