PSNI E MI5, LE ‘ARMI’ CHE FERMERANNO I TERRORISTI

Una fonte di altro profilo delle forze di sicurezza, ieri sera ha indicato una serie di recenti importanti arresti e condanne di dissidenti come prova della forza delle operazioni di intelligence messe a segno dal MI5 e dalla polizia

Una fonte delle forze di sicurezza ha rivelato al Belfast Telegraph che l’obiettivo primario è quello di saturare le fazioni dissidenti con una costante evoluzione delle tecniche di intelligence, inclusa la sorveglianza atta a monitorare le attività dei gruppi terroristici .

“Si tratta di guardare e ascoltare. Negli ultimi mesi avete visto il danno che si può arrecare a questi gruppi con la raccolta di informazioni sostanziali”.

Gerard Hodgins, in un’intervista rilasciata al Guardian,  ha sostenuto che questi progressi hanno permesso alla PSNI e al MI5 di aver “occhi e orecchie permanenti” all’interno delle roccaforti dissidenti, rendendo “estremamente difficoltose” le tattiche di guerriglia.

“La minaccia continua ad essere affrontata e repressa e ci sono stati alcuni significativi successi delle forze di sicurezza che dovrebbero portare vantaggi sia immediati che a lungo termine”, ha dichiarato il Segretario di Stato per il Nord Irlanda, Theresa Villiers, in un discorso alla House of Commons.

A riprova dei progressi di intelligence, la Villiers ha elencato tre operazioni portate a termine con successo:

  • l’arresto di Colin Duffy con la formalizzazione delle accuse di appartenza all’IRA e cospirazione in omicidio. Insieme a lui, in manette altri 2 uomini per accuse simili
  • la scoperta di materiali presumibilmente destinati alla fabbricazione di ordigni rudimentali. Una coppia è stata arrestata a conclusione dell’operazione transfrontaliera che si è concretizzata in un raid su una proprietà a Forkhill , South Armagh
  • la condanna di Gavin Coyle a 10 anni di carcere, dopo aver ammesso di detenere pistole ed esplosivi con l’intento di mettere ledere la vita altrui. Il suo arresto era seguito alla scoperta nel 2011 di un arsenale che comprendeva fucili d’assalto e Semtex

“Ringrazio la PSNI , MI5 e An Garda Siochana per il loro implacabile ed efficace ricerca di quelle minoranze molto piccolo, ma violento, che portano il terrorismo nella democrazia”, ha detto il Segretario di Stato che ha però voluto anche sottolineare come la New IRA continui a rappresentare una minaccia significativa.

L’Oglaigh na hEireann è stata “particolarmente attiva” verso la fine del 2013, mentre fonte di intelligence hanno concluso che la Continuity IRA “ha continuato a frantumarsi in fazioni concorrenti”.

Annunci

Un pensiero su “PSNI E MI5, LE ‘ARMI’ CHE FERMERANNO I TERRORISTI

  1. Pingback: I DISSIDENTI E LE LORO FAMIGLIE SOTTO STRETTA SORVEGLIANZA DEL MI5 | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...