130 LIBBRE DI ESPLOSIVO DESTINATI AL VICTORIA SQUARE SHOPPING CENTRE

Il parcheggio sotterraneo del Victoria Square Shopping Centre, probabile obiettivo della bomba parzialmente esplosa ieri sera in Victoria Street

“Avrebbe potuto essere catastrofico per Belfast e il Nord Irlanda”, ha dichiarato il Police Service of Northern Ireland.

L’esplosione di un’auto dirottata da uomini mascherati e imbottita di esplosivo, aveva fatto piombare nel terrore il centro di Belfast alle 23.15 di domenica sera. (Vedi le breaking news in tempo reale e le prime conferme di lunedì mattina)

“L’uomo era evidentemente molto turbato, molto spaventato, ma sentiva di non aveva altra scelta, se non guidare una bomba innescata nel centro della città”, ha dichiarato Alan McCrum, sovrintendente capo della PSNI.

“Lo ha fatto e l’ha abbandonata in Victoria Street , vicino all’accesso Victoria Square, per poi correre alla stazione di polizia”.

Se la bomba fosse completamente esplosa, “con gli edifici alti , con vetrate di Victoria Square e attorno ai tribunali e alla stazione di polizia, senza dubbio avrebbe avuto un grave impatto”.

“A quattro settimane dal Natale, una delle principali vie del centro sarebbe stata, forse non devastata, ma molto significativamente danneggiata.”

La polizia assicura un aumento della sorveglianza per fronteggiare l’escalation terroristiche, che renderà anche più visibile la presenza delle forze di sicurezza nei luoghi pubblici.

“Da molti anni non si aveva un tentativo di mettere un’autobomba nel centro della città”, ha continuato  McCrum.

Il primo e Vice Primo Ministro hanno entrambi condannato l’attentato.
Peter Robinson ha dichiarato a UTV: “Penso che le persone siano sconvolti dalla sola mentalità dai responsabili di queste azioni”.
“Non hanno imparato nulla dal passato e non si rendono conto che questa comunità vuole andare avanti.”
Martin McGuinness ha aggiunto: “Il modo migliore per affrontare queste persone è quello di mostrare loro che la stragrande maggioranza delle persone vogliono vivere una vita normale.”

Alla forte presa di posizione di David Ford (maggiori dettagli qui), seguono i duri commenti di Theresa Villiers, Segretario di Stato per il Nord Irlanda.

“(I dissidenti) Stanno deliberatamente cercando di danneggiare gli sforzi del Governo e dell’Esecutivo nordirlandese per promuovere la crescita e l’occupazione in Irlanda del Nord e attrarre turisti e investitori”.

“L’Irlanda del Nord si merita molto di più – non vi è alcun supporto nella comunità per le attività vergognose di questi gruppi terroristici”.

Eamon Gilmore, Irish Tánaiste e Ministro degli Esteri, ha definito quanto accaduto “a dir poco un tentato omicidio”.

Alex Maskey, MLA dello Sinn Fein, l’ho bollato come “del tutto avventato”.

Comune a tutto il mondo politico, l’appello alla piena collaborazione con le forze di polizia rivolto alla comunità intera.

Galleria Fotografica

Immagini tratte dal Belfast Telegraph

Articoli Correlati

Annunci

3 pensieri su “130 LIBBRE DI ESPLOSIVO DESTINATI AL VICTORIA SQUARE SHOPPING CENTRE

  1. Pingback: BELFAST, POSTI DI BLOCCO DELLA PSNI FINO A NATALE | The Five Demands

  2. Pingback: CHECKPOINTS E PERQUISIZIONI. L’ESERCITO SULLE STRADE DI ARDOYNE | The Five Demands

  3. Pingback: PUGNO DI FERRO SUI DISSIDENTI. TRE ARRESTI A BELFAST E LURGAN | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...