PSNI AI POLITICI, URGE UNA SOLUZIONE ALLA CONTROVERSIA DELLE PARATE

Appello della polizia alle parti politiche affinchè trovino una soluzione nella diatriba delle parate a North Belfast, prima che qualcuno rimanga ucciso

Pesante il bilancio delle 2 nottate di disordini nell’area di Carlisle Circus, North Belfast, teatro anche ieri sera di violenti scontri tra centinaia di rivoltosi (presumibilmente lealisti) e gli agenti della PSNI.

Tre agenti feriti tra le file del Police Service of Northern Ireland intervenuta con cannoni ad acqua e ricorrendo ai proiettili di gomma, 7 arresti. Lanciate almeno 15 molotov, razzi, mattoni, petre e dirottato un furgone sulle linee della polizia in Denmark Street.

Will Kerr, assistente capo della PSNI, sostiene che i politici debbano impegnarsi maggiormente.
“Quanto è stato fatto fino ad ora, non ha funzionato”, ha dichiarato a UTV.
“Non vogliamo che qualcuno per avere ucciso – è di fondamentale importanza”. La PSNI ha dovuto richiamare agenti di istanza in altre aree della città nel tentativo di arginare le violenze.

“Ci sono stati colloqui molto costruttivi prima della Twelfth, così come all’interno dei gruppi in rappresentanza delle comunità”, è intervenuto Nigel Dodds (DUP), “tutto questo deve continuare. Le persone non hanno bisogno di sentirsi predicare cosa fare, le persone stanno facendo questo lavoro sul campo e dobbiamo far sì che abbia successo.”

Gerry Kelly (Sinn Fein) è del parere che siano gli Ordini lealisti a dover uscire allo scoperto per dare delle risposte a delle “domande difficili”.

Billy Hutchinson (PUP) ha detto che la vera causa è da ricercare nella disillusione verso il processo di pace all’interno delle comunità lealiste.
“La gente deve rendersi conto che le comunità lealiste non vedono i benefici del processo di pace e certamente vedono un attacco alla loro cultura”.

L’Assistente Capo della PSNI ha precisato: “Non abbiamo alcuna prova che l’UVF abbia intenzionalmente orchestrato la violenza nel corso delle ultime due notti, ma non ci può essere violenza in quelle zone e senza che membri dei gruppi paramilitari lealisti non siano coinvolti”.

Plastic Bullet, picture by James McNally

Articoli Correlati

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.