NUOVI ARRESTI ALL’ORIZZONTE IN CONNESSIONE ALLA COMMEMORAZIONE DI PASQUA AL CIMITERO DI CREGGAN

L’arresto di Marian Price potrebbe essere solo l’inizio di una serie, dopo l’identificazione di repubblicani presenti alla lettura della dichiarazione di Pasqua del Real IRA

Police Service of Northern Ireland pronto ad effettuare nuovi arresti nell’ambito delle indagini sulla parata del 32 County Sovereignty Movement del 26 Aprile al cimitero di Creggan, Derry. Nel corso della commemorazione dell’Easter Rising, un uomo dal volto coperto da un passamontagna ha letto lo statement firmato dal Real IRA conteneti minacce agli agenti della PSNI – di qualsiasi estrazione e fede – e nei confronti di regina Elisabetta II, proprio in questi giorni in visita di Stato nella Repubblica di Irlanda.
Owen Paterson, Segretario di Stato per il Nord Irlanda, è oggi tornato a parlare dopo che lunedì 16 maggio si sono riaperte le parote del carcere per Marian Price. Un ordine pervenuto dallo stesso Paterson, giunto alla decisione di revocare la licenza di libertà all’emblema femminile della lotta repubbicana, perchè accusata ‘ai sensi del Terrorism Act’.
“Ho parlato con il Chief Constable questa mattina. Le indagini della polizia continuano e io sono fiducioso che la PSNI procederà a nuovi arresti quando avrà prove sufficienti.”
Su Marian Price si è espresso anche Ian Paisley (DUP) che ha espresso preoccupazioni per la concessione della condizionale in prima istanza, nonostante si trattasse di un’accusa di incitamento al terrorismo.
“Che genere di messaggio esce dai nostri tribunali che sembrano adottare un approccio estremamente morbido quando si tratta di affrontare i terroristi repubblicani?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.