LA BATTAGLIA DI GERRY McGEOUGH PER IL PERDONO REALE

Rifiutato il ‘perdono reale’ ad un ex membro dell’IRA condannato il mese scorso per il tentato omicidio di un uomo dell’UDR 30 anni fa

Gerry McGeough, della Co Tyrone, si attiverà per una revisione giudiziaria della decisione del Northern Ireland Office di non concedergli il perdono, dato a decine di altri membri dell’IRA in modo da non scontare la pena per i crimini storici.
I leagli di McGeough – (52), un insegnante di scuola ed ex membro prominente dello Sinn Fein – ha scritto al NIO chiedendo il perdono, subito dopo essere stato condannato quattro settimane fa per il tentato omicidio di Sammy Brush nel 1981.
Peter Corrigan, avvocato di McGeough, ha detto che in tutta risposta, il NIO ha categoricamente negato al suo cliente la grazia.
Corrigan ha aggiunto che sarà sollecitata una revisione giurisdizionale sulla base del fatto che secondo l’Accordo del Venerdì Santo, McGeough aveva il diritto allo stesso trattamento degli altri ex-paramilitari.
Lo Sinn Fein aveva presumibilmente agito in segreto in favore di molti uomini dell’IRA. Tuttavia, McGeough aveva lasciato il partito, credendo che avesse abbandonato il repubblicanesimo.
Egli avrebbe dovuto essere condannato da Belfast Crown Court, ieri (21 marzo ndr). Militanti dei gruppi repubblicani 32 County Sovereignty Movement – tra cui Old Bailey e Marian Price – e Republican Network for Unity, erano in tribuna a sostenerlo.
Agenti di polizia armati in tenuta antisommossa erano riuniti in una stanza adiacente, prima della condanna. Tuttavia, McGeough non è comparso in tribunale, perché sofferente di dolori al petto poco prima di esseere sottoposto a strip search, prima di lasciare il carcere di Maghaberry.
Gli strip searches sono obbligatori per tutti i detenuti in entrata e in uscita dal carcere. I prigionieri repubblicani stanno resistendo alla procedura, il che significa che vengono poi perquisiti con la forza dagli agenti di polizia penitenziaria.
Corrigan, ha dichiarato: “Il mio cliente ha avuto precedentemente un attacco cardiaco e lo scorso anno ha subito anche un intervento chirurgico al torace. Egli avrebbe dovuto essere perquisito con la forza questa mattina a Maghaberry, ma si è ammalato.
“E’ stato visitato un medico in carcere ed è stato poi trasferito in un ospedale esterno dove è attualmente sottoposto a trattamento medico.”
La condanna di McGeough è stata posticipata di almeno quattro settimane.
Brush fu colpito da colpi di arma da fuoco da due uomini armati dell’IRA mentre consegnava una lettera vicino aAughnacloy nel 1981. Anche se ferito, rispose al fuoco, ferendo McGeough.
Brush, ora consigliere DUP, è stato scortato in tribunale dagli investigatori.
Deluso che non si sia giunti alla condanna, ha dichiarato che tornerà il prossimo mese.
Sulla base dell’Accordo del Venerdì Santo, McGeough dovrebbe scontare non più di due anni di carcere.

(Traduzione in collaborazione con Valentina Prencipe)


Battling for a Royal pardon… the ex-IRA gunman convicted of a murder bid 30 years ago (Belfast Telegraph)
A former IRA member convicted last month of attempting to murder a UDR man 30 years ago has been refused a Royal pardon.
Gerry McGeough, from Co Tyrone, will be seeking a judicial review of the Northern Ireland Office’s decision not to grant him the pardon, which has been given to dozens of other IRA members so they do not serve sentences for historical crimes.
Lawyers for McGeough (52), a school teacher and former high-ranking member of Sinn Fein, wrote to the NIO seeking the pardon immediately after he was convicted four weeks ago of attempting to murder Sammy Brush in 1981.
McGeough’s lawyer Peter Corrigan said that in correspondence the NIO had categorically denied his client a pardon.
Mr Corrigan said a judicial review would be sought on the basis that under the Good Friday Agreement, McGeough was entitled to the same treatment as other ex-paramilitaries.
Sinn Fein has allegedly arranged secret pardons for many wanted IRA men. However, McGeough left the party after a fallout, claiming that it had abandoned republicanism.
He was due to be sentenced by Belfast Crown Court yesterday. Members of militant republican groups the 32 County Sovereignty Movement — including former Old Bailey bomber and IRA hunger-striker Marian Price — and the Republican Network for Unity were in the public gallery to support him.
Heavily armed police in riot gear gathered in an adjacent room in advance of the sentencing. However, McGeough didn’t appear in court after suffering chest pains just before he was due to be strip-searched leaving Maghaberry jail.
Strip-searches are mandatory for all inmates entering and departing the prison. Republican prisoners are currently resisting the procedure, which means they are then forcibly strip-searched by prison officers.
Mr Corrigan said: “My client had a previous heart attack and had further chest surgery last year. He was due to be forcibly strip-searched this morning but became ill in Maghaberry.
“He saw a doctor in the jail and was then transferred to an outside hospital where he is currently receiving medical treatment.”
McGeough’s sentencing has been deferred for at least four weeks. Mr Brush was shot by two IRA gunmen as he delivered mail near Aughnacloy in 1981. Although injured, he returned fire, wounding McGeough.
Mr Brush, now a DUP councillor, was accompanied to and from court yesterday by detectives.
He said that while he was disappointed sentencing hadn’t taken place, he would return next month.
Under the Good Friday Agreement, McGeough should serve no more than two years in prison.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.