Tag Archives: hunger strikers

QUELLO DI LONG KESH FU UN MARTIRIO INUTILE?

“Mio padre è stato lasciato morire per niente”, dichiara la Louise figlia di Mickey Devine puntando il dito contro lo Sinn Fein Articolo tratto da Memoriastorica, di Riccardo Michelucci La 35enne Louise Devine ha trascorso tutta la sua vita senza suo padre, dopo averlo visto morire di fame in carcere quando era solo una bambina piccola. È cresciuta forte e

Leggi altro

BOSTON COLLEGE’S BELFAST PROJECT. MOLONEY E McINTYRE RISPONDONO ALLE ACCUSE

Ed Moloney e Anthony McIntyre rispondono per le rime ad un articolo pubblicato da Niall O’Dowd (The real truth about the Boston College taped IRA interviews) sul suo sito, in cui li accusa di voler ingannare i repubblicani che hanno deciso di affidare le proprie memorie e conoscenze agli archivi del Boston College. Repubblicani, che O’Dowd ritiene siano stati ‘scelti’ perchè

Leggi altro

DALLE PAGINE DEL GUARDIAN LA REAZIONE DI GERRY ADAMS ALLE RIVELAZIONI SULL’HUNGER STRIKE 1981

Le opinioni di Gerry Adams, leader dello Sinn Fein,  in merito alla rivelazione di documenti secretati per 30 anni negli archivi di Londra, Belfast e Dublino. Puntualizzazioni sulla posizione  politica  della Thatcher, sul colloquio tra Bobby Sands e il Segretario Papale e non ultimo, sul ruolo di Brendan Duddy nelle negoziazioni con il governo britannico

Leggi altro

HUNGER STRIKE 1981. I FAMILIARI DI RAYMOND McCREESH RIGETTANO LE ACCUSE INGLESI

Reazione dei familiari dell’hunger striker Raymond McCreesh –  il 21 maggio 1981 nel 61esimo giorno di sciopero della fame negli H-Blocks del Maze – a pochi giorni dall’apertura degli archivi dei documenti governativi britannici sui fatti del 1981 I familiari di Raymond McCreesh respingono con rabbia le accuse del governo britannico contenuto in un documento facente parte degli archivi relativi

Leggi altro

I FILES SVELATI SULL’HUNGER STRIKE 1981 ‘DEMOLISCONO’ LA TEORIA DI O’RAWE

Il giorno dopo l’apertura degli archivi sui fatti che hanno caratterizzato l’anno 1981, una scia di rivelazioni, conferme e smentite non fanno che alimentare la guerra di parole tra l’ex prigioniero Richard O’Rawe, autore di Blanketmen e Afterlives, i vertici di allora dell’IRA e il governo britannico Trent’anni dopo l’hunger strike 1981, l’apertura degli archivi di Londra, Belfast e Dublino ‘potrebbero’

Leggi altro

GHEDDAFI ESORTO’ IL CAPO DELLE NAZIONI UNITE A FERMARE L’HUNGER STRIKE

Svelata una lettera indirizzata dal Colonnello Muammar Gheddafi a Kurt Waldheim, Segretario generale dell’ONU nel 1981, contente una richiesta di intervento per fermare il corso dell’hunger strike e di riconoscimento dello status di prigioniero politico “A questi uomini dovrebbero essere concesso lo status di prigioniero politico in virtù del fatto che stanno effettivamente combattendo per una causa giusta e sacra, la libertàdella loro Nazione, che è una delle più piccole

Leggi altro

HUNGER STRIKE. MARGARET THATCHER E LE TRATTATIVE SEGRETE DEL 1981

Pubblicati dai National Archives di Londra i documenti contenenti dettagli sui negoziati segreti tra il governo britannico di Margaret Thatcher e la leadership dell’IRA per porre fine al tragico hunger strike dell’estate 1981 Lo sciopero della fame che uccise dieci prigionieri repubblicani detenuti nel carcere di massima sicurezza di Long Kesh (HMP Maze), morti per ottenere il riconoscimento dello status

Leggi altro

FIRENZE, “IL SOGNO DI UNA COSA”

Il 16 dicembre a Firenze si discute del “caso Irlanda”, in una serata dedicata alla libertà della cultura, alla pace e ai diritti umani L’evento organizzato presso il Circolo “Vie Nuove” e presieduto da Alessandro Michelucci (Centro Documentazione Popoli Minacciati), vedrà la presenza di Riccardo Michelucci (autore del libro Storia del Conflitto Anglo-Irlandese), Ornella De Zordo (consigliere comunale Perunaltracittà), Severino

Leggi altro

MAGHABERRY E I PRESUPPOSTI PER UNO SCIOPERO DELLA FAME

Irlanda del nord. Internamenti senza accuse e pesanti condizioni carcerarie potrebbero portare ad uno sciopero della fame di Fabio Polese Sabato 8 ottobre è stato il giorno della mobilitazione europea in sostegno dei prigionieri politici repubblicani irlandesi. Presidi e volantinaggi si sono svolti in Germania, nei Paesi Bassi, in Austria, in Svezia, in Francia e anche in Italia. A Roma,

Leggi altro

L’UVF TORNA AD INTIMIDIRE CON I SUOI MURALES

“Lavori in corso” lealisti a East Belfast dove sta prendendo forma un nuovo murals ritraente paramilitari armati. Rabbia all’interno della working class e dei residenti dell’area Laddove un murals ricordava 4 vecchie glorie dell’Ulster Volunteer Force ( tra cui Robert ‘Squeaky’ Seymour) e altre più recenti senza alcun riferimento ad armi, sta per sorgere una nuova opera pittorica muraria ritraente

Leggi altro
« Vecchi articoli Recent Entries »