È UN EX RUC LA PIPER IN TESTA AL CORTEO FUNEBRE DI MARTIN MCELKERNEY

La suonatrice di cornamusa, ex membro di una banda della RUC, non aveva idea di essere stata ingaggiata per il funerale Martin McElkerney

La piper (suonatrice di cornamusa) Lee Lawson, ex membro della RUC Pipes and Drums Band, ha dichiarato che non aveva idea che sarebbe stata alla testa del corteo funebre di Martin McElkerney, ex leader dell’INLA, a West Belfast.

Disse che non aveva idea che al funerale, a cui era stata richiesta la sua partecipazione, sarebbero stati esibiti simboli paramilitari o che avessero partecipato uomini dal volto coperto.

Il 57enne repubblicano, Martin McElkerney è morto suicida in ospedale, dopo essersi sparato alla testa al cimitero di Milltown all’inizio di questo mese.

La Lawson, musicista professionista che vive nella Contea di Down, ha dichiarato al Sunday Life di essere stata ammessa a un funerale e sapeva solo che si trattava di un uomo chiamato Martin, che si era tolto la vita.

Una volta giunta sul posto, ed essersi resa conto della situazione, aveva troppa paura  per rifiutarsi di suonare.

La musicista ha in seguito contattato la polizia per le minacce subite dopo il funerale.

“La polizia era fuori a casa mia venerdì sera a causa degli abusi di cui ero vittima”, ha detto.

“È perché ero nella band della RUC (Royal Ulster Constabulary)”.

“Loro (PSNI) mi hanno detto che se mi fossi rifiutata di suonare mi sarei messa ancor di più in una situazione di pericolo”.

La Lawson ha dichiarato di aver realizzato che McElkerney fu membro dell’INLA solo una volta arrivata a casa sua, dove si stava tenendo la veglia.

“Non sapevo chi fosse perché normalmente non guardo le notizie”, ha affermato.

“Non sapevo nulla di quello che era successo lunedì sera (quando un uomo mascherato ha sparato un volley di colpi di fucile in tributo paramilitare).”

“Hanno portato fuori di casa la bara e ho chiesto loro se avessi dovuto mettermi davanti o dietro, e mi è stato detto di andare in testa al corteo”.

“Mi sono girata e ho visto questi ragazzi con il viso coperto e occhiali da sole. E’ stato il più grande shock della mia vita.”

“Mia madre mi aveva portato lì in macchina e lei ha seguito in coda: era terrorizzata”.

Tratto da Irish News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.