1988. MARGARET THATCHER AMMISE DI AVER PERSO LA ‘GUERRA’ CONTRO L’IRA

Continuano a trapelare risvolti storici, ora desecratati dall’Archivio Nazionale di Dublino

Nel 1988, Margaret Thatcher ammise di star perdendo la guerra contro l’IRA, in un incontro con l’allora leader irlandese Charles Haughey.

La Thachter era così frustrata da voler chiudere i confini con l’Irlanda.

“La tua gente viene da noi. Vorrei che non lo facesse”, disse al Primo Ministro irlandese. “Viene a cercare alloggi e servizi. Lo stesso è in Irlanda del Nord”.

Se ci fosse un voto domani, voterebbero per restare con noi. Hanno condizioni migliori in Irlanda del Nord e in Inghilterra (Margaret Thatcher)

Durante l’accesa discussione, la Thatcher affermò che non stava vincendo la battaglia con l’IRA, che l’invio di truppe era stato “inutile” e lei aveva “perso” gli unionisi in Irlanda del Nord.

“Così ho fallito …”, disse. “Devo occuparmi di pistole, bombe, gente bastonata fino alla morte e molti altri atti barbarici”.
“A volte mi sembra di impazzire” affermò Magaret Thatcher.

La sua politica, disse, aveva un obiettivo: “Quello di battere l’IRA”. Ammise che stava mandando giovani ragazzi “alla morte”.
La Thatcher  disse: “Non so cosa a riguardo del confine”.
“Se non sconfiggiamo l’IRA, non so cosa farò”.
“Non possiamo lasciare aperto il confine così come è adesso.”
“Recentemente i miei sentimenti hanno raggiunto un picco mai toccato prima. Non sono una che odia per natura, stanno usando il confine per portare avanti una campagna efficace”.

Il Primo Ministro britannico sostenne che il Nord ospitava la “più grande concentrazione di terroristi nel mondo”, e di non riuscire a prenderli “nonostante la sorveglianza tecnologica e di altra natura”.
“E quindi sì,” aggiunse, “devo mandare più giovani ragazzi fino alla morte. Mi chiedo, ho il diritto di farlo? Lì c’è un confine, ma non è un confine efficace”.

Haughey rispose “mi dispiace che tu sia così scoraggiata per queste cose”, al che lei ha risposto: “Non sarei scoraggiata se avessi un’intelligence in grado di prevenire”.
Il taoiseach dichiarò di avere la “più profonda personale convinzione” contro la violenza, colpevole di causare “amarezza, disgregazione e irritazione” nelle relazioni tra la Gran Bretagna e l’Irlanda.
“E vedo i responsabili, come un pericolo maggiore per lo Stato irlandese più che per te”, aggiunse.

Haughey le disse che doveva accettare “il nostro totale e completo impegno in questo senso” e che gli inglesi avrebbero dovuto smetterla con proposte “controproducenti”, che rischiavano di suscitare una reazione politica in Irlanda.
“Le cose che accadono – cose orribili – avrebbero potuto forse essere prevenute”, aggiunse.
“La tua gente spesso ci incolpa di mancanza di collaborazione. Non so se stai ricevendo la migliore valutazione dei fatti sul territorio”.

Fonte Irish Central

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.