MAGHABERRY, UNA POLVERIERA CHE MINACCIA DI ESPLODERE

Il Belfast Telegraph ha raccolto le testimonianze di ufficiali di sicurezza, che avvertono come la situazione all’intero della Roe House sia giunta al ‘punto di rottura’

Ci sono timori per la situazione a Maghaberry, carcere di massima sicurezza in Co. Antrim; le autorità carcerarie hanno detto che esiste un rischio concreto di perdere il controllo dell’ala dissidente nella Roe House.

Il presidente della Commissione Giustizia di Stormont ha dichiarato, al Belfast Telegraph, che la situazione è prossima al “punto di rottura”, e ha avvertito di temere per l’incolumità del personale carcerario.

Il capo della Prison Officers’ Association, ha affermato che gli agenti sono sottoposti ad una forte pressione, con un’impennata di malattie dovute allo stress.

“Non c’è dubbio che ci sia tensione all’interno della Roe House, come conseguenza della campagna messa in atto dai repubblicani”, ha dichiarato Paul Givan, capo della Commissione Giustizia.

“A preoccupare è il numero e il tipo di detenuti repubblicani che stanno cercando di esercitare molte pressioni, puntando sulle loro richieste e sull’ottenimento di un maggiore controllo”.

C’è chi ritiene che l’aggravarsi della situazione, sia coincisa con il ritorno a Maghaberry di dissidenti repubblicani che avevano già scontato periodi di detenzione in precedenza (sembra molto chiaro il riferimento a Colin Duffy, ndr).

Ci sono 50 prigionieri repubblicani attualmente detenuti separatamente nella Roe House di Maghaberry – tra cui Colin Duffy e Thomas Mellon.

Paul Givan ha esortato il Ministro della Giustizia David Ford  ad annullare laccordo raggiunto con i prigionieri nell’agosto del 2010.

Lo Sinn Fein, fortemente preoccupato per l’aggravarsi della situazione, lo scorso mese aveva inviato una delegazione a Maghaberry guidata  Raymond McCartney, un ex prigioniero dell’IRA e hunger striker.

La relazione che ne ha fatto seguito, narra: “le nostre preoccupazioni riguardano il movimento controllato, le visite e come queste hanno un impatto negativo su un regime che dovrebbe essere basato sulla dignità e il rispetto”.

Ma una dichiarazione rilasciata a nome dei repubblicani dissidenti detenuti nella Roe 4, è stata feroce nei confronti dello Sinn Fein, e sottolinea “I prigionieri resisteranno a tutti i tentativi di criminalizzare loro stessi attraverso il movimento controllato, le strip searches o l’isolamento.”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...