I FAMILIARI DELLE VITTIME DELLA BLOODY SUNDAY ‘CONTINUERANNO A MARCIARE’

Costituito un nuovo gruppo, il  Bloody Sunday March Committee, che quest’oggi ha tenuto una conferenza stampa a Derry presso il Pilot’s Row Community Centre

“Continueremo a marciare” fino a quando i militari responsabili della strage di civili del 30 gennaio 1972 “saranno chiamati a risponderne”.

E’ il messaggio forte e chiaro trapelato questa mattina dalla conferenza stampa organizzata a Derry dal  Bloody Sunday March Committee, rappresentato in questa occasione da Jim Keys, Helen Deery, Kate Nash e Liam Wray.

“Porre fine all’impunità” sarà il filo conduttore degli eventi che a gennaio 2013 culmineranno il giorno 27 con la marcia commemorativa.

Kate Nash, il cui fratello William fu tra le vittime della Bloody Sunday, si è rivolta ai familiari che hanno deciso di non continuare la lotta per la giustizia dopo la pubblicazione del Rapporto Savile nel giugno 2010, dicendo: “Avete  diritto alla vostra opinione”.

“E’ vostro diritto democratico, non marciare. Tuttavia, anche io ho il diritto democratico di continuare a marciare ed ho intenzione di farlo. “

A breve verrà reso noto il calendario degli eventi della Bloody Sunday Commemoration 2013, così come sarà presto on line un nuovo sito web.

Da sinistra Jim Keys, Helen Deery, Kate Nash e Liam Wray.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.