CREGGAN ACCUSA LA PSNI DI MOLESTIE

Meeting organizzato dal Creggan Women’s Group per discutere dell’abuso da parte della PSNI del potere di “stop and search” sancito dalle Sections 21 e 24 del Justice and Security Act 2007

Paddy McGurk, attivista per i diritti umani e avvocato di Derry, ha rivolto un appello alla comunità di Creggan nel corso del meeting organizzato lo scorso mercoledi dal Creggan Women’s Group: denunciare ogni incidente al Police Ombudsman.
I bersagli delle molestie sono sempre dissidenti repubblicani, membri delle loro famiglie, i loro figli. “I nostri figli, le nostre mogli o i nostri genitori non possono essere chiamati a rispondere delle nostre azioni o di azioni altrui.”
Le cifre ufficiali parlano di 2400 persone fermate e perquisite nella stessa area della città di Derry senza alcun riscontro, in contrapposizione ad una sola perquizione avvenuta a Larne che ha portato ad un arresto per droga.

Kelly Ramsey, donna e madre di Creggan, ha raccontato le proprie esperienze che testimoniano come le “strip and searches” stiano sfuggendo di mano. Ha raccontato di essere stata quasi spinta fuori strada da un Tactical Support Group della PSNI, quando era incinta di 8 mesi. Un ufficiale aveva minacciato di pisciare sul suo pavimento in occasione di una perquisizione domiciliare, mentre altri sputavano a terra. Ha rammentato anche quando il figlio quindicenne era stato fermato semplicemente sulla base di chi fosse suo padre, Stephen Ramsey. Proprio quest’ultimo è stato fermato 7 volte in 4 giorni, con l’obbligo di identificarsi dinnanzi agli agenti.
“Stiamo rendendo le persone consapevoli di ciò che sta accadendo in questa comunità di buone e brave persone”, ha sottolineato Kitty McDaid del Creggan Women’s Group.

Unici politici presenti al meeting,  Jim Clifford e Anne Donnelly. In una dichiarazione congiunta del SDLP hanno dichiarato: “Il fermo di presunti paramilitari da parte della polizia è una cosa,  ma le molestie di donne, bambini e persone che svolgono le loro attività quotidiane, non è accettabile”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.