PEACE WALLS: A BELFAST SI RIAPRE IL DIBATTITO

A lungo discussa e più volte considerata, torna ad essere esaminata la proposta di abbattere le cosiddette Peace Walls che in Irlanda del Nord dividono le due comunità; ma permangono non pochi dubbi.

di Elena Chiorino

È Tom Ekin, consigliere dell’Alliance Party, a riaccendere il confronto sulla questione: “Possiamo raggiungere un accordo con le persone che vivono nelle aree circostanti le Peace Walls. È fondamentale che queste persone possano riporre certezze nel fatto che eliminarli non comprometterà la loro sicurezza, ma anzi migliorerà le loro zone.”
Sostegno ad Ekin da parte del Dott. John Kyle, consigliere PUP, che ha dichiarato: “Riconosco che le Peace Walls siano stati eretti per necessità, ma sono convinto che la gente che vive in quelle aree apprezzerebbe la possibilità di vivere insieme pacificamente. Inoltre, se vogliamo competere con altre città dobbiamo fare in modo che Belfast attragga, sia coesa e pacifica, e una città divisa e ghettizzata non esercita alcuna attrattiva per gli investitori.” Ricorda poi che ad East Belfast ci siano svariate testimonianze di “una buona relazione fra le due comunità”, ma al contempo riconosce che abbattere alcune Peace Walls al momento sarebbe “folle”, poiché “semplicemente non è il momento giusto”.
I cambiamenti attraversati dal paese a partire dalla firma del Good Friday Agreement sono in effetti evidenti, ma non tutti concordano nel ritenerlo pronto ad eliminare le barriere fisiche fra le due comunità: a Belfast, divisa da più di quaranta Peace Walls, molti le ritengono ancora fonte di sicurezza, come spiega Gavin Robinson (DUP) esponendo i suoi dubbi. “È innegabile la tensione in alcune interfacce”, sottolinea, con particolare riferimento ai riots di giugno orchestrati dall’UVF nell’area di Short Strand/Lower Newtownards Road, che hanno visto coinvolte più di quattrocento persone. “La sola idea di abbattere le Peace Walls in quelle aree riempirebbe la popolazione di puro terrore.”
Belfast non è l’unica città in cui le peace lines siano state mantenute: ne permangono cinque a Derry e a Portadown e una a Lurgan. Ma le opinioni riguardo ad un’eventuale rimozione rimangono discordanti come le comunità che dividono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.