MANIFESTAZIONI A DERRY. CITTADINI E SOSTENITORI DEI POWS SCENDONO IN STRADA

Centinaia di persone sono scese in strada per chiedere ai dissidenti di andarsene e stare lontani dalla ‘loro’ Derry

 


Derry, venerdì 15 ottobre

Centinaia di persone, tra cui repubblicani e lealisti, hanno manifestato lo scorso venerdì a Derry per dire il loro ‘BASTA’ ai dissidenti che stanno sempre più frequentemente bersagliando la città.
Tre le ragioni per cui secondo Liam Gallagher del Derry Trade Unions, si deve chiedere ai dissidenti ‘andarsene via e stare lontani” :

  • Ci sarà perdita di vite umane se la violenza dissidente non si placheà
  • Gli attentati sono una fabbrica di disagi per la popolazione e per l’economia con la conseguente perdita di potenziali posti di lavoro
  • I più giovani potrebbero essere attirati nel vortice di violenza

Lily Kerr del Irish Congress of Trades Union, Colin Devine dalNorth West Community Network, e Michael Gallagher, padre di una delle vittime della strage di Omagh,  sono stati i relatori della manifestazione.
Lily Kerr ha inviato un messaggio ai dissidenti: “Avete il diritto alla propriaopinione, ma non avete il diritto di tenere in ostaggio la gente di questa città.Non vi vogliamo, non abbiamo bisogno di voi, andate via e state lontano “

White line protest in supporto dei prigionieri politici repubblicani

Derry, sabato 16 ottobre

Sull’onda delle ultime vessazioni subite da Colin Duffy e rivelate durante le udienze del procedimento preliminare nell’ambito delle indagini sull’attentato alla base armata di Massereene, numerosi repubblicani sono scesi per le strade del centro di Derry per manifestare il proprio supporto ai prigionieri repubblicani attualmente detenuti nella carceri nordirlandesi e senza dimenticare Liam Campbell, che resta rinchiuso in una prigione lituana.

Pow White Line Picket (Accedi alla Gallery)


Articoli Correlati

Dissidents told to ‘go away and stay away’ during Derry rally (Belfast Telegraph)

Dissident republicans in Londonderry were told to “go away and stay away” by one of the speakers at a trade union rally held in the city yesterday.Hundreds of people from both communities attended the lunchtime rally, which was organised by the Derry Trades Union after the Real IRA planted a 200lb bomb at the Ulster Bank in the Culmore Road area of the city recently.
Liam Gallagher from the Derry Trades Union said the rally was called to relate three concerns directly to the dissidents: that there will be a serious loss of life if the dissident violence continues; that the disruption to Derry as a result of recent bombs and bomb scares are causing hardships and potential job losses to the people of the city; and that young people are potentially being drawn into a campaign of violence.
Lily Kerr of the Irish Congress of Trades Union, Colin Devine from the North West Community Network, and Michael Gallagher, whose son Aidan was murdered by the Real IRA in Omagh in 1998, were the invited speakers.
Ms Kerr said told the assembled crowd that it was with a “heavy heart and deep sense of anger” that found herself in Derry once again to protest against violenza.
Addressing the dissidents, she said: “You have a right to your opinion, but you have no right to hold the people of this city hostage. You are not wanted, you are not needed, go away and stay away.”
Ms Kerr’s words drew loud cheers and applause from the people gathered, who included Foyle MP Mark Durkan, East Londonderry MP Gregory Campbell, as well as local politicians from the SDLP, DUP and Sinn Fein, clergy and people from all over they city.
The family of Keiran Doherty, who was murdered by the Real IRA earlier this year, were in attendance at the rally and stood in front of the platform with picture placards of Mr Doherty.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.