ESERCITO INVIA ARTIFICIERE ESPERTO DALL’AFGHANISTAN IN IRLANDA DEL NORD

Traduzione dell’articolo pubblicato da Independent UK in data 8 settembre

Esercito invia uno trai maggiori esperti in IED dall’Afghanistan all’Irlanda del Nord

Uno degli ufficiali di grado più elevato della sezione anti-esplosivi delle forze armate britanniche è stato inviato in Irlanda del Nord per pianificare la strategia per combattere la crescente ondata di violenza dissidente repubblicana.
Militari e funzionari di sicurezza si sono incontrati ieri a Belfast per discutere l’aumento del numero di ufficiali artificieri nella regione per fronteggiare la nuova minaccia.
L’ufficiale, con una vasta esperienza in Afghanistan, fa parte delle squadre di esperti che operano a Belfast per effettuare valutazioni e specialisti in IED (ordigni esplosivi improvvisati) sono ora regolarmente in rotazione tra Helmand e Ulster.
Il numero di specialisti in esplosivi in Irlanda del Nord, tra cui alcuni dei più esperti nel loro campo, è salito quasi allo stesso livello di quando, 3 anni fa, terminò la missione militare britannica in Nord Irlanda.
Il personale della EOD 321 Squadron, l’unità più decorata dell’esercito britannico “sono  ora sono più occupati di quanto non lo siano stati per anni”, ha detto un alto ufficiale. “Sono ormai fuori ogni giorno, il carico di lavoro è aumentato in modo significativo e stiamo raggiungendo il numero di personale raggiunto al termine dell’Operation Banner (operazione britannica al Nord). Questi numeri potrebbero aumentare di nuovo.”
Gli IED ((improvised explosive devices – ordigni esplosivi improvvisati) hanno causato la maggior parte di morti e feriti delle forze britanniche in Afghanistan. Numerosi specialisti in esplosivi si stanno addestrando e milioni di sterline sono stati spesi per le apparecchiature idonee ad individuare e disinnescare le bombe.
La campagna dissidente in Irlanda del Nord significa che queste risorse già scarse verranno ulteriormente assotigliate. Allo stesso modo l’MI5 ha dovuto stanziare più agenti nella regione, togliendoli dal controllo delle azioni di terroristi islamici.
I 22 attentati dell’intero scorso anno sono già stati superati dai 49 nei primi otto mesi di quest’anno. Lunedi sono stati evacuati 400 alunni di una scuola elementare di Antrim dopo che un bambino di otto anni ha portato una pipe bomb in classe.
Ma è il livello di sofisticazione visto nell’ottica di un aumento dei militanti che sta provocando maggiore preoccupazione. Secondo fonti di  sicurezza e militari, l’esperienza è stata portata da ex membri del Provisonal IRA esperti nell’assemblaggio di ordigni esplosivi che hanno aderito alle fila dei dissidenti.
“Questo non è del tutto sorprendente, questa conoscenza è sempre stata presente all’interno del PIRA in posti come il South Armagh e ora sembra di vedere un trasferimento delle capacità tecniche. Quel che è evidente è il numero delle auto-bombe e delle booby traps, che sono state utilizzate e come sono state armate. Si assiste inoltre un certo grado di insensibilità nell’utilizzo delle ‘proxy bombs‘ (tattica adottata negli anni ’90 dai Provos servendosi di persone costrette a guidare veicoli imbottiti di esplosivo nei pressi dell’obiettivo a cui l’attacco è destinato), che non si vedevano dai tempi del Provisional IRA “.
I dissidenti hanno usato “proxy bombs” dirottando taxi che hanno accesso a strutture di sicurezza e costringendo i conducenti a trasportare ordigni esplosivi. Un dispositivo di 150 libre è stato usato per far saltare l’ingresso del quartier generale dell’MI5 presso il Palace Barracks a Holywood. Un’altra bomba, di 250 libre, se è esplosa fuori da una stazione di polizia a Derry.
Nel frattempo, un prete cattolico che ha condannato la violenza dei dissidenti repubblicani sta per incontrare i sostenitori di questi gruppi che accusano la polizia di intimidazioni contro le loro famiglie . Padre Paddy O’Kane, diDerry, ha accettato l’incontro dopo i colloqui con il 32Csm, considerato l’ala politica del Real IRA, responsabile l’attentato di Omagh.
“La gente viene ogni giorno con il loro dolore, tutto ciò che possiamo fare è ascoltare,” ha detto. “E’ solo un esercizio dacarta assorbente. Quelle famiglie sono innocenti, qualunque cosa stiano facendo i loro sostenitori [dissidente repubblicani]. Se stanno soffrendo, il minimo che posso fare è ascoltare le loro sofferenze”.

Traduci l’articolo…


Army sends top IED expert from Afghanistan to Northern Ireland (Independent UK)
One of the most senior counter-explosives officers in the British military has been sent to Northern Ireland to help plan the strategy to combat the rising tide of violence from dissident republicans.
Military and security officials met in Belfast yesterday to discuss increasing the number of bomb-disposal officers in the region in the face of the new threat.
The senior officer, with extensive experience of Afghanistan, is among teams of experts flying into Belfast to carry out assessments, and counter-IED (improvised explosive devices) specialists are now being regularly rotated between Helmand and Ulster.
The number of explosive specialists in Northern Ireland has risen to almost the same level as when the British military mission ended three years ago, including some of the most experienced in their field.
Personnel from the 321 EOD Squadron, the most decorated unit in the British Army, responsible for bomb disposal duties in Northern Ireland, “are now busier than they have been for years”, said a senior officer. “They are now out every day, the workload has gone up significantly and we are reaching the number of personnel we had at the end of Operation Banner [UK mission to Northern Ireland]. These numbers may well have to go up again.”
IEDs have caused most of the deaths and injuries of British forces in Afghanistan. More explosives specialists are being trained and millions of pounds are being spent on equipment to detect and disarm bombs.
The dissident campaign in Northern Ireland means that these already tight resources are being further stretched. Similarly MI5 has had to put more agents into the region, diverting them from monitoring Islamist terrorists.
The 22 bombings in the whole of last year has already been exceeded by 49 in the first eight months of this year. On Monday a primary school in Antrim sent 400 pupils home after an eight-year-old boy carried a pipe bomb into class.
But it is the extent of the sophistication being seen as the militants’ campaign gathers momentum which is causing the most concern. According to security and military sources the expertise has been brought over by former Provisional IRA bombmakers who have joined the ranks of the dissidents.
“This is not entirely surprising, that knowledge was always present among PIRA [Provisional IRA] members in places like South Armagh and we now appear to be seeing a transfer of technology. What is noticeable is the number of car bombs and booby traps which are being brought into play and how they are being armed. We are also seeing a degree of callousness in the use of ‘proxy bombs’ which we certainly did not see from PIRA for many years.”
Dissidents have used “proxy bombs” by hijacking taxis which have access to security installations and forcing drivers to transport explosive devices. A 150lb device was used to bomb the entrance of MI5 headquarters at Palace Barracks in Holywood. Another bomb, of 250lb, went off outside a police station in Derry.
Meanwhile a Catholic priest who has been vocal in condemning the violence of dissident republicans is to meet supporters of these groups who claim their families are being harassed by the police. Father Paddy O’Kane, from Derry, has agreed to the meeting after talks with the 32 County Sovereignty Committee, regarded as the political wing of the Real IRA, who carried out the Omagh bombing,
“People come every day with their pain, all we can do is listen,” he said. “It is just a blotting paper exercise. Those families are innocent, whatever their [dissident republican] supporters are doing. If they are in pain, the least I can do is listen to their pain.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.