ALL’ASTA CIMELIO DELLA STRAGE DI OMAGH

La messa all’asta di cimeli legati all’epoca dei Troubles ha suscitato indignazione tra i familiari delle vittime e i sopravvissuti

Durante l’asta terminata domenica 16 maggio, è stato battuto all’asta per 750 euro un poster utilizzato dalla RUC per cercare di sensibilizzare i testimoni della strage che si consumò a Omagh nell’agosto del 1998.

Un’autobomba, attribuita alla Real IRA, esplose nel centro della cittadina della Co. Tyrone, causando 29 vittime e più di 200 feriti. Il poster, ritenuto ‘in condizioni molto buone’, era stato valutato tra i 100 e i 150 euro.

Il lotto è stato descritto dalla casa d’asta Whyte’s come “emesso dalla Royal Ulster Constabulary, con immagini a colori dell’auto che conteneva l’esplosivo, alla ricerca di informazioni sugli autori dell’atrocità”.

Già nel 2019, Whyte’s vendette un’arma anticarro RPG-7 di fabbricazione bulgara, del tipo utilizzato dalla Provisional IRA. Il lanciagranate aveva raggiunto il valore 10.000 euro, il doppio della sua stima iniziale.

“Le aziende dovrebbero davvero considerare l’impatto che questo genere di fatti hanno sugli innocenti interessati”, ha dichiarato Kenny Donaldson del SEFF (South East Fermanagh Foundation).

Di differente avviso Ian Whyte, amministratore delegato dei banditori d’asta. [La strage di Omagh] “È stato un evento terribile, ma purtroppo fa parte della nostra storia”, ha affermato, “è importante che manufatti come questo siano preservati e conservati, sia da collezioni pubbliche che private”.

Fonte Belfast Telegraph

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.