AMNESTY INTERNATIONAL: “GIUSTIZIA NEGATA” AI FAMILIARI DELLE VITTIME DELLA BLOODY SUNDAY

In seguito all’annuncio del Public Prosecution Service secondo cui molte famiglie che hanno perso i propri cari a Bloody Sunday non vedranno un procedimento giudiziario, un portavoce di Amnesty International ha dichiarato che i familiari delle vittime stanno pagando il prezzo per l’incapacità del governo di affrontare efficacemente questioni legate all’eredità dei Troubles

Rispondendo alle notizia dell’incriminazione di un solo soldato per i fatti della Bloody sunday, Grainne Teggart, responsabile delle campagne di Amnesty International in Irlanda del Nord, ha dichiarato: “È giusto che il  Soldato F debba ora affrontare la giustizia per le sparatorie, ma con quattordici civili morti e un solo processo, l’annuncio di oggi significa che molti dei responsabili non saranno tenuti a risponderne”.

“Ostacolando e ritardando la giustizia per costì tanto tempo, significa averla negata a molte famiglie, nessuno dovrebbe essere in grado di cavarsela per gli omicidi”.
“Ciò che è stato raggiunto oggi (14 marzo) è una rivendicazione di quasi 50 anni di campagne da parte delle famiglie devastate da Bloody Sunday, che dovrebbero essere orgogliose del loro sostegno reciproco e della loro solidarietà in cinque difficili decenni”.
“Oggi è un duro promemoria del fatto che le vittime hanno a lungo pagato il prezzo per il fallimento del governo nel trattare efficacemente il passato. Chiediamo al governo del Regno Unito di garantire che non vi siano ostacoli alla giustizia e chiarire che non ci sarà amnistia per le violazioni dei diritti umani, comprese quelle commesse dalle forze di sicurezza”.
“Tutte le vittime di violazioni dei diritti umani e abusi, a causa del conflitto nordirlandese, hanno diritto a un’indagine indipendente, con la possibilità di perseguire penalmente dove ce ne siano le prove. Rimuovere questo ricorso significherebbe tradire il diritto fondamente delle vittime ad avere giustizia”.

Tratto da 4ni.uk

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.