L’IRA RIVENDICA I PACCHI BOMBA DI LONDRA E GLASGOW

Un gruppo che si definisce “IRA” ha rivendicato la responsabilità dei pacchi bomba inviate ai principali hubs in Inghilterra e Scozia la scorsa settimana

I pacchetti che contenevano dispositivi, progettati per sviluppare un piccola fiammata, sono stati inviati alla stazione ferroviaria di Waterloo, agli uffici negli aeroporti di Heathrow e London City e all’Università di Glasgow.
Tutti e tre i pacchetti riportavano francobolli della Repubblica d’Irlanda e avevano Dublino come indirizzo di ritorno. I valori bollati erano stati emessi dall’ufficio postale irlandese per celebrare il giorno di San Valentino. I dispositivi erano contenuti in buste imbottite gialle, formato A4, riposte in sacchetti postali bianchi.

201324384-a5f19cf7-d883-4495-b719-96c0aa6045a3

La Metropolitan Police ha rilasciato oggi una dichiarazione: “La Metropolitan Police e la Police Scotland sono a conoscenza della rivendicazione per gli ordigni che sono stati ricevuti in tre edifici a Londra e all’Università di Glasgow, i giorni 5 e 6 marzo”.
“La rivendicazione è stato rilasciata lunedì 11 marzo da un organo di stampa in Irlanda del Nord, utilizzando un codeword riconosciuto. La rivendicazione è stata fatta per conto dell’IRA”.
“Le indagini su questi dispositivi continuano, così come si investiga sulla rivendicazione che è stata fatta. Dato che i pacchetti ricevuti la scorsa settimana sono simili a dispositivi inviati in passato collegati a gruppi dissidenti nordirlandesi, gli agenti stavano già considerando questo come una linea di indagine, tuttavia continuiamo a mantenere una mente aperta e l’inchiesta continua”.

L’organo di stampa che ha ricevuto la rivendicazione è The Irish News .
Il gruppo repubblicano ha affermato di aver inviato un totale di cinque pacchi bomba a indirizzi in Inghilterra e Scozia.
Tre sono stati inviati a “obiettivi commerciali” mentre i restanti due sono stati indirizzati ad ufficiali di reclutamento del British Army.
Il gruppo ha detto che un dispositivo scoperto all’Università di Glasgow era destinato a un ufficiale di reclutamento dell’esercito britannico che lavora lì. Il quinto dispostivo deve ancora essere intercettato.
L’organizzazione ha affermato che tutti i dispositivi contenevano esplosivi, e Scotland Yard ha rivelato che si è trattato di “piccoli ordigni esplosivi improvvisati”.

Tratto da 4NI.co.uk e The Irish News

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.