‘HARD BORDER’. ARLENE FOSTER SCATENA LA RABBIA NAZIONALISTA

La leader del DUP ha dichiarato che la questione di ‘hard border’ non è mai esistita, nemmeno all’epoca dei Troubles

I leaders dei partiti repubblicani si uniti in coro contro le affermazioni ‘divisive’ e ‘irriverenti’, rilasciate subito dopo il voto sulla Brexit di ieri sera a Londra.

“I confini del passato erano stati istituiti per ragioni differenti”, ha dichiarato Arlene Foster.
“Erano lì  per fermare i terroristi; erano lì per fermare il flusso di Semtex  rispetto a quello del latte in polvere”.

Justin McNulty, SDLP, non si capacita di come la Foster possa avere la coscienza a posto, rilasciando commenti così divisivi e imprecisi.

“Il confine esisteva dalla partizione ed esisteva principalmente come confine doganale, per evitare il commercio oltre confine senza che venissero pagate le accise”.

È stato solo negli anni ’70 che è stato istituito il confine militarizzato, che è durato oltre 30 anni.

“Il popolo irlandese, del nord e del sud, non vuole tornare a nessuna forma di confine su quest’isola”.
“La Foster ed i suoi colleghi hanno seguito ciecamente i perfetti pifferai, Jacob Rees-Mogg, David Davis e Boris Johnson, in un vicolo cieco sulla Brexit”.

Chris Hazzard, MP del South Down Sinn Fei, ha condiviso su Twitter, immagini di un posto di frontiera fortificato dell’era Troubles.

“Che assurdità immensa, immagino che non abbia mai tentato di attraversare il confine, a quell’epoca?!” ha twittato.

Rispondendo ad alcune delle critiche sul social media, Christopher Stalford, MLA del DUP, ha detto: “Sappiamo perché c’è stato un confine ‘duro’ durante la nostra storia recente e aveva ben poco a che fare con la politica commerciale.In secondo luogo, se i Provos (Provisional IRA)  avessero tentato di uccidere tuo padre e fuggito, forse la tua prospettiva sarebbe diversa. “

Parlando all’evento pro-Brexit a Londra, Arlene Foster ha dichiarato:”Non è necessario il backstop“.

“Il Primo Ministro irlandese ha detto che non costituirà una frontiera più dura nell’Isola d’Irlanda. Come qualcuno che ha vissuto i Troubles lo sa, non abbiamo mai avuto un confine ‘duro’.
“C’erano 20.000 soldati in Irlanda del Nord e non potevano sigillare ermeticamente il confine”.
“È un po ‘assurdo, francamente, parlare di hard border“.
“Quello che dovremmo considerare sono i modi per utilizzare la tecnologia.
Viviamo nel mondo moderno, dovremmo usare la tecnologia”.
“Dovremmo usare la nostra intelligence”.
“Dovremmo usare l’analisi del rischio in termini del mercato unico che vogliono proteggere”.

Fonte Belfast Telegraph

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.