DERRY, GIOVANI “IRRIDUCIBILI” LA CAUSA DEI RIOTS

“La comunità è traumatizzata, vive in uno stato d’ansia perenne”: così il Chief Inspector della PSNI, Gary Eaton, descrive la situazione a Derry dopo tre notti consecutive di riots

“La causa sono gruppi di giovani irriducibili che si ritrovano per strada di notte con l’intento di causare danni alla propria stessa comunità”, è l’analisi della PSNI, che si appella a chiunque abbia influenza perché faccia cessare gli attacchi e minaccia “nuovi arresti”.

Di un altro avviso i giovani coinvolti, che hanno spiegato alla BBC che la polizia è stata attaccata “perché ha aiutato a rimuovere i materiali per i bonfires”.
“I Protestanti possono fare i bonfires, ma noi no”, accusa un diciassettenne. I riots sono scoppiati, infatti, in seguito alla decisione di rimuovere i bonfires che tradizionalmente la comunità Repubblicana accende per segnare l’anniversario dell’introduzione dell’internamento, il 9 agosto.

Tuttavia, la reazione è stata definita “violenza anti-sociale” da un giovane operaio, e “opportunista e insensata” da Raymond McCartney, MLA dello Sinn Féin, secondo cui i riots “non avevano nulla a che fare con i bonfires”.

Un 18enne e un 43enne sono stati già arrestati e devono rispondere di accuse relative ai disordini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.