DERRY OSPITA LA MOSTRA “OGGETTI DI USO QUOTIDIANO TRASFORMATI DAL CONFLITTO”

Mostra organizzata dall’Healing Through Remembering, nello scenario della Free Presbytarian Church

Dal 5 marzo vanno in mostra a Derry una serie di oggetti di uso quotidiano che hanno assunto un ruolo simbolico per il loro utilizzo durante i ‘Troubles‘.
L’evento organizzato dall’ Healing attraverso il ricordo (HTR) – organizzazione che prendendo le parti di entrambe le comunità, ha fatto suo l’impegno di trovare una via per affrontare il conflitto, con l’obiettivo di realizzare un futuro di pace per tutti.
Tra gli espositori il Museum of Free Derry, il Maiden City Festival, il Tower Museum e il collezionista privato, Frankie McMenamin.
In mostra:

  • Una bomboletta di gas CS trasformato in una lampada di lavoro. La bomboletta fu utilizzata dalla RUC durante la Battaglia del Bogside nel 1969.
  • Un coperchio di un bidone del pattume – utilizzato come strumento di comunicazione e mezzo di protesta nelle aree nazionaliste
  • Uno “scudo” utilizzato ai checkpoints dalla polizia a difesa degli agenti se minacciati con armi da fuoco
  • Uno “sponger badge” indossato dai lealisti nello sciopero del ’74, soprannominati “spongers” dall’allora Primo Ministro Harold Wilson

“Oggetti di uso quotidiano trasformati dal Conflitto” (così è chiamata l’esposizione curata da Triona White Hamilton) sarà aperta al pubblico dal 6 al 28 marzo presso la Free Presbyterian Church in Magazine Street. Ingresso gratuito.
Per informazioni, contattare l’Healing Through Remembering telefonicamente al +44 028 9023 8844 o via email exhibition@healingthroughremembering.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.