L’UVF RIVENDICA L’ATTACCO SUL DICIOTTENNE CATTOLICO AL VILLAGE

È uno sviluppo agghiacciante di una vicenda già sconvolgente: l’Ulster Volunteer Force  (UVF) rivendica la brutale aggressione che ha quasi ucciso un ragazzo di Short Strand che lavorava sul set di un film nell’area lealista del Village, South Belfast, e minaccia: “Non lasciate mai più entrare qualcuno in questo quartiere senza il nostro permesso”

“Non parlate alla stampa dell’attacco, o ci saranno conseguenze”. I responsabili del centro comunitario vittima delle minacce del gruppo paramilitare lealista non vogliono essere nominati: hanno troppa paura, adesso, dopo che un ragazzo è sopravvissuto ad un’aggressione di inaudita violenza per un soffio, e solo perché i suoi aguzzini, di cui ora è fin troppo chiara la provenienza, lo hanno creduto morto e abbandonato, semi-cosciente, in un bidone.
“Ci hanno detto di essere ‘ovviamente sconvolti dalla scoperta che dei Cattolici stavano lavorando qui’ “, raccontano, “e hanno aggiunto che da questo film non ci stavano guadagnando nulla”.
Senza parole la produttrice del film sul cui set il ragazzo aggredito stava lavorando con altri suoi amici: “Ci penserò due volte prima di tornare a girare qualche scena qui. Non avevo idea che i paramilitari fossero coinvolti, e non voglio commentare.  È una vergogna che sia accaduta una cosa simile, e non voglio che abbia una ripercussione negativa sulle persone con cui abbiamo lavorato.”
La PSNI, invece, rifiuta di specificare se il legame fra l’aggressione e i paramilitari sia sotto indagine, ribadendo solo che l’attacco è considerato “di matrice settaria”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.