GHEDDAFI AVREBBE “RECAPITATO” 2 MILIONI DI DOLLARI AI DISSIDENTI PRIMA DI DARSI ALLA MACCHIA

Secondo i servizi segreti, nel mese di giugno un corriere libico si sarebbe recato a Londra con una valigia di denaro, facendo scalo in un viaggio che lo doveva portare nella Repubblica

di Sara Parmigiani

La rivelazione giunge da ITV che in una puntata di Exposure – una nuova serie di documentari – spiega come il Colonnello Gheddafi sia riuscito a far giungere una somma pari a 2 milioni di dollari (1.300.000 sterline) ai dissidenti repubblicani. Potrebbe essersi trattato del suo colpo di coda prima di eclissarsi sotto l’intenfisificarsi dei raids della NATO sulla Libia e l’avanzata delle truppe ribelli. Lo scopo sarebbe quello di permettere alle file dissidenti di riorganizzarsi e scagliare un attacco contro la Gran Bretagna, Paese che supporta il rovesciamento del regime.
Una fonte della MI6 avrebbe confermato ai produttori di Exposure,  che un corriere libico è volato a Londra nel mese di giugno portando con se una valigia pesante, al cui interno erano contenute banconote avvolte nella plastica.
Un “pacco” che potrebbe essere stato confezionato a Malta, base strategica di Gheddafi nel Mediterraneo.
Un funzionario dei servizi segreti ha confessato che,  “le forze di sicurezza temono che i dissidenti siano in crescita e ottengano sostegno – e questo nuovo contante da Gheddafi li potrebbe aiutare a rifornirsi di armi.”
Il legame tra IRA e Gheddafi ha visto il suo momento più glorosio negli anni ’70 quando il regime oltre al supporto finanziario aveva rimpolpato gli arsenali repubblicani con centinaia di granate, fucili automatici, fucili di precisione, esplosivi e mitragliatrici pesanti.
Un legame poi interrotto nel 1976 e ristabilito nel 1986, dopo i bombardamenti dell’US Air Force su Bengasi.
Il numero dei dissidenti è attualmente stimato in circa 1.500 individui, soprattutto giovani, ma anche veterani della vecchia guardia dell’IRA, elettricisti, persone con esperienza militare, così come confermato da John Horgan, esperto in materia di terrorismo: “Certamente i gruppi violenti hanno fatto molta strada, in modo da aprirsi collegamenti all’interno dell’ambiente della criminalità organizzata per cercare di procurarsi armi sofisticate”.

Exposure afferma di aver ottenuto un video che mostra paramilatari in possesso di fucile AK47 e pistole, nella campagna irlandese. Viene sottolineato come quei dissidenti potrebbero essere stati i responsabili dell’abbattimento di un elicottero. Tale documento sarebbe un “fake” come dimostrato da un utente di youtube, che ha pubblicato in cui dimostra come i fotogrammi utilizzati dai produttori di Exposure siano state  in realtà estrapolate dal videogioco Arma II

Articolo correlato: ITV e lo “sfortunato incidente” del videogioco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.