L’IRA VENDE I DIRITTI CINEMATOGRAFICI DELLE ATROCITA’ DEI TROUBLES PER SALVARE L’IRLANDA

La satira spietata di “The Spoof!” ridicolizza eventi sanguinosi dei Troubles tra cui  gli attentati al Brighton Grand Hotel e Enniskillen, senza escludere la Bloody Sunday

“Ogni riferimento a persone, vive o morte, è puramente casuale o è inteso semplicemente come una parodia satira, o spoofing”.
La crisi finanziaria che ha messo in ginocchio la Repubblica di Irlanda, oltre che ad essere ‘sulla bocca’ di tutti i più blasonati media, sta spopolando tra le pagine di riviste e siti satirici.
Satira che a volte può servire per sdrammatizzare, ma come in questo caso può risultare decisamente fuori luogo.
“The Spoof!”, un sito satirico, ha pubblicato un articolo secondo il quale l’IRA starebbe procedendo a vendere i ‘diritti cinematografici’ di alcune tra le peggiori atrocità dei Troubles. Stiamo parlando di attentati tra cui quello di Enniskillen nel quale morirono 11 persone e della Bloody Sunday del 30 gennaio 1972.
Una satira ‘vergognosa’, ‘offensiva’.
L’articolo recita: “Mentre l’Irlanda si trova nel suo momento di maggior bisogno e vacilla sull’orlo del fallimento, un improbabile salvatore gli è venuto in soccorso. L’IRA ha dichiarato di essere uscita dall’ombra e di essersi registrata come società a responsabilità limitata”.
“In un ulteriore sforzo per generare reddito tanto necessario per l’Irlanda, resta inteso che McStout (comandante dell’IRA) è in trattative con diversi studios di Hollywood.
“Le nostre fonti ci informano che l’IRA sta vendendo i diritti cinematografici di Enniskillen, della Bloody Sunday, dell’omicidio  di Lord Mountbattens, dell’attentato al Canary Wharf, della bomba al Baltic Exchange e le vere storie degli attentati ai pubs di Birmingham e Guildford. Tuttavia, in primo piano sarà l’attentato al Brighton Grand Hotel, con Sir Norman Tebbit atteso a ricoprire il ruolo di consulente tecnico”.
Scioccato ed indignato Tom Elliot, rappresentante all’Assembly della circoscrizione del Fermanagh – South Tyrone, “posso assicurare chi è dietro a questo (articolo) che le persone che rappresento non trovano assolutamente nulla divertente nell’attentato a Enniskillen, e questo causerebbe grande offesa e di sofferenza per le famiglie di coloro che hanno perso i loro cari o sono rimasti feriti in quel giorno terribile”.

IRA to bail out irish economy (The Spoof!)

Website slammed over IRA movie claim (NewsLetter)
An article on a satirical website claiming that the IRA is considering selling the “movie rights” to some of the worst atrocities of the Troubles has been slammed as “shameful” and “offensive” to victims and relatives.
The author of the article, which appeared on The Spoof website, said the IRA was ready to help the Republic of Ireland through its financial crisis.
“As Ireland faces its hour of greatest need and teeters on the brink of bankruptcy, an unlikely saviour has come to the rescue. The IRA has declared that it is coming out of the shadows and has registered as a limited company,” the internet site reports.
“In a further effort to generate much-needed income for Ireland, it is understood that McStout (IRA commander] is in negotiations with several Hollywood studios.
“Our sources inform us that the IRA is selling the movie rights to Enniskillen, Bloody Sunday, the Mountbattens, Canary Wharf, the Baltic Exchange and the real stories of the Birmingham and Guildford pub bombings. However, first up will be the Brighton Grand Hotel bombing, with Sir Norman Tebbit being expected to undertake the role of technical advisor.”
The story was published just over a week after the anniversary of the Poppy Day bomb in Enniskillen, which killed 11 people.
Ulster Unionist Party leader Tom Elliott expressed his shock at the piece. He said that while Northern Ireland is famous for what has been termed “black humour”, any attempt to make fun of incidents such as Enniskillen or Bloody Sunday is “shameful and downright offensive”.
“As an assembly member for Fermanagh and South Tyrone, I can assure whoever is behind this that the people I represent will find absolutely nothing humourous about the Enniskillen bombing, and this will cause great offence and distress to the families of those who lost loved ones or were injured on that awful day,” he added.
The Spoof website, which publishes parodies of news stories from around the world, says “any resemblance to persons, living or dead, is entirely coincidental or is intended purely as a satire, parody or spoof”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.