IN SETTEMBRE IL RAPPORTO SULL’OMICIDIO DI BILLY WRIGHT

Fissata per il 14 settembre la pubblicazione del rapporto in esame delle circostanze che hanno portato alla morte del lealista Billy Wright

Nessun pericolo di sicurezza nazionale ne di vita posson derivare dalla pubblicazione del rapporto sull’omicidio di Billy Wright, frutto dell’inchiesta guidata da Lord McLean.
Il documento è stato esaminato da un team composto da 5 membri (i soli ad averne preso visione), per controllare che fosse garantito il rispetto dell’articolo 2 della Convenzione Europea sui Diritti dell’Uomo e la sicurezza nazionale.
“Sono soddisfatto che la relazione possa essere pubblicata integralmente e ne ho informato Lord McLean”, ha dichiarato Owen Paterson, Segretario di Stato nordirlandese.
Tuttavia, visti i tempi necessari alla finalizzazione e alla stampa, il rapporto non potrà essere presentato in parlamento prima della pausa estiva.
Paterson ha aggiunto che potrebbe prendere in considerazione l’eventuale richiesta di ‘parti rappresentate’ di visionare il rapporto poco prima della reale pubblicazione.
Billy Wright, leader del Loyalist Volunteer Force, venne assassinato dall’INLA tra le mura di Long Kesh nel 1997.

Billy Wright Inquiry

Billy Wright, fondatore del Loyalist Volunteer Force

Traduci l’articolo…
Share


Billy Wright report date is set (BBC News Northern Ireland)

Billy Wright Billy Wright founded the paramilitary group the Loyalist Volunteer Force
The report examining the circumstances surrounding the murder of loyalist leader Billy Wright will be published on 14 September.
Secretary of State Owen Paterson said nothing in the report breached national security or endangered the lives of those who gave evidence to the inquiry.
Billy Wright was shot dead by the INLA inside the Maze prison in 1997.
Mr Paterson said Lord MacLean, who chaired the inquiry, will keep the report until publication.
Earlier in July, the secretary of state said the contents of the report had to be checked to see that it complied with Article 2 of the European Convention on Human Rights and national security.
“I am satisfied that the report can be published in full and I have advised Lord MacLean of this,” said Mr Paterson.
However, given the time needed to finalise and print the report, it can not be put to parliament before the summer recess.
Mr Paterson said the report had only be seen by the five-member team who checked the report.
“I have not been briefed on the contents of the report, nor have any officials other than those in the checking team,” he added.
The secretary of state added that he could consider giving those who were designated as “represented parties” by the inquiry access to the report a short time before publication.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.