I ‘NO’ DI MARIAN PRICE

A confronto le figure di Marian Price e Gerry Kelly, compagni in carcere e avversari oggi

Il Belfast Telegraph pubblica oggi un articolo incentrato su Marian Price da ieri agli arresti nelle indagini sulla strage alla base armata di Massereene e Gerry Kelly, personaggio di rilievo dello scenario politico attuale in Irlanda del Nord.

“Un tempo Marian Price sarebbe stata il cuore dell’organizzazione dell’IRA, ma è una di quei repubblicani che hanno detto NO.
Ha detto NO alla strategia di pace di Adams e McGuinness e a tutto quello che ne è cresciuto attorno, incluso lo smantellamento degli arsenali e la politica di Stormont.
Nei suoi occhi e nelle sue parole questa strategia è stata costruita sul tradimento e la slealtà.
Così come vengono etichettate le persone, lei viene adesso descritta come dissidente.
E’ la conseguenza dei suoi NO.
E’ stata una dei condannati in connessione alle due bombe a Londra nel 1973, tra cui quella all’esterno dell’Old Bailey.
Un altro di quelli arrestati era Gerry Kelly. Con lo sviluppo del processo di pace, lui e la Price hanno preso strade molto diverse.
Kelly, un fuggitivo dal carcere e un tempo presumibilmente membro dell’IRA Army Council, è oggi riconosciuto alla strega di Adams e McGuinness, come volto pubblico della leadership repubblicana.
Sono stati i principali negoziatori del processo che ha dato il là al cessate il fuoco ed al Good Friday Agreement.
Marian Price è stato una delle spine nel fianco di questa strategia, che descrive come una svendita di tutti i principi repubblicani.
Gerry Kelly e Marian Price una volta erano dalla stessa parte, ma ora non più.
La pace li ha posti su piani differenti, l’uno avversario dell’altro e impegnati in opposte direzioni.
Negli anni ’70 quando gli inglese aprirono un canale segreto di contatti con la leadership repubblicana, uno degli argomenti discussi fu il trasferimento dei prigionieri dalle carceri britanniche a quelle irlandesi.
Si trattava di facilitare il diritto di visita dei parenti, ed era stato visto come un modo per gli inglesi di dimostrare serietà.
Marian Price fu uno di quelli rimpatriati.
Molti anni dopo questo canale venne rivelato, proprio qualche mese prima del cessate il fuoco dell’IRA dichiarato nel 1994.
Il momento scelto per la rivelazione dei contatti britannici con la dirigenza repubblicana, non avrebbe potuto essere peggiore – non molto tempo dopo gli orrori delle stragi di Warrington e Shankill.
Ma il processo sopravvisse allo shock e da quel momento ha continuato a svilupparsi anche se lentamente.
E’ questo processo, e le iniziative repubblicane intrinseche, che ha spinto Marian Price ad imboccare un’altra direzione.
Nei suoi occhi la strategia del disarmo a cui si sono votati Adams, McGuinness, Kelly ed altri in quella leadership è una svendita celata sotto altro nome.
Marian Price è parte di una minoranza repubblicana che la pensa in questo modo, ma questo non l’ha mai fermata dal pensarlo e dal dirlo”.

Traduci l’articolo…
Share

Marian Price: Provo who said No to Northern Ireland peace process (Belfast Telegraph)
It was another one of those unannounced visits The republican Marian Price would not have been expecting the police at her door early yesterday.
She was arrested in west Belfast at around eight — on a cold November morning.
At one time Price would have been at the heart of the IRA organisation, but she is one of those republicans who said no.
She said no to the Adams and McGuinness peace strategy and to all that has grown out of that, including decommissioning and the politics of Stormont.
In her eyes and in her words that strategy has been built on the stuff of treason and treachery.
And in how people are labelled she is now described as a dissident.
It is a description that comes with saying No.
Marian Price’s roots in the IRA go back to the 1970s.
She was one of those convicted in connection with two bombs in London in 1973 including one outside the Old Bailey.
Another of those jailed was Gerry Kelly. As the peace process has developed he and Price have taken very different paths.
Kelly, a jail escaper and believed at one time to have been part of the IRA Army Council, is now recognised alongside Adams and McGuinness as the public face of the republican leadership.
They have been the principal negotiators in the process that developed beyond the ceasefires and the Good Friday Agreement.
Marian Price has been one of the thorns in the side of that strategy — describing it as a selling out of all republican principles.
Gerry Kelly and Marian Price were once on the same side — but not any more. The peace has put them in different places, against each other and travelling in opposite directions.
In the 1970s when the British began secret back channel contacts with the republican leadership, one of the issues being discussed was the transfer of prisoners from jails in England to Ireland.
It was about making it easier for relatives to visit them, and it was seen as one way for the British to demonstrate seriousness.
Marian Price was one of those transferred back.
Many years later that back channel was revealed, just months before the IRA ceasefire in 1994.
The timing of revelations of British contacts with the republican leadership could not have been worse — not long after the horror of the Warrington and Shankill bombs.
But the process survived the shock and since then the peace has slowly developed.
It is that process — and the republican initiatives within it — that prompted Marian Price to take another direction.
In her eyes the unarmed strategy that is the work of Adams, McGuinness, Kelly and others in that leadership is a sell-out by another name.
She is in a republican minority that thinks that way — but that hasn’t stopped her thinking it and saying it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.