L’ATTUALE SITUAZIONE MILITARE IN IRLANDA – RSF

Il Republican Sinn Fein ha hadivulgato la seguente dichiarazione:

E’ trapelato che la cosiddetta “riduzione” del personale militare nelle sei Contee d’Irlanda ancora occupate fino al totale ritiro -salvo invio di rinforzi- vedrà invece, nel mese di gennaio, la partenza di solo trenta unità di agenti della Corona. Oltre 5.000 soldati britannici rimarranno di stanza dove sono attualmente.
Il fatto che siano utilizzati ufficialmente come artificieri serve a dare l’illusione che la polizia coloniale sia in grado di controllare da sola le aree.  Il capo britannico uscente della polizia ha ammesso apertamente che “non c’è alcuna indicazione o volontà che il RUC abbia un proprio reparto artificieri”.
Un portavoce del Republican Sinn Féin ha dichiarato che “senza dubbio gli appartenenti all’area Provisional (lo Sinn Féin di Gerry Adams e satelliti, n.d.r.) saranno pronti ad attribuirsi questa ‘vittoria’, quando invece lo status quo rimarrà a tempo indeterminato.
“Le recenti dichiarazioni di Hugh Orde che i suoi uomini non sono in grado di pattugliare le strade a causa della sempre attiva opposizione militare all’occupazione britannica dimostra che la situazione militare in Irlanda è ben lontana dall’essere considerata ‘normale’”.
“L’unico numero ‘normale’ di soldati britannici nel nostro paese è ‘nessuno’.  E visto che Brown ha ammeso che questo ‘non è un ritiro’, il ritiro dei soldati britannici rimane la richiesta di noi repubblicani irlandesi”.

(traduzione tratta da Gaelico)

Military situation in Ireland ‘far from normal’ – RSF
It has been revealed that the so-called “reduction” of British military personnel in the Six Occupied Counties to their “final” level (i.e. until reinforcements are required) in January will only see the departure of thirty Crown personnel. Up to 5,000 British troops will remain permanently garrisoned within the statelet.
The fact that these will continue to be used to deal with bomb disposal activities gives the lie to the claim that the RUC are now able to control the area themselves. The outgoing chief Brit, Chris Browne, openly admits that “there is no suggestion that the PSNI (sic) have the resources or the desire to create a bomb disposal unit.”
A spokesperson for Republican Sinn Féin said “doubtless the Provos will be quick to claim this as a victory, when in reality the status quo is to remain indefinitely.
“Recent admissions by Hugh Orde that his force are unable to patrol the streets as they please because of the ever resurgent military opposition to English rule shows that the military situation in Ireland is far from ‘normal’.
“The only normal number of British soldiers in our country is none. Brown admits that ‘this is not a withdrawal,’ but a full British withdrawal remains the Republican demand.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.