LYRA McKEE. MANI ‘ROSSO SANGUE’ SULLA FACCIATA DELLA JUNIOR McDAID HOUSE, SEDE DEGLI UFFICI DI SAORADH A DERRY

Atto di protesta di amici della giornalista Lyra McKee, presso la sede di Saoradh a Derry, considerato quartier generale del movimento dissidente in città

Come testimoniato da Leona O’Neill, alcuni amici di Lyra McKee si sono riuniti presso la Junior McDaid House a Derry per protestare contro la sua uccisione.

I manifestanti ha lasciato le impronte delle proprie mani, cosparse di vernice rossa, sulla facciata dell’edificio che ospita la sede di Saoradh a Derry.

2dd5901b-186f-4020-ba6b-b3eb4361a39c-768x4321672718901

Sinead Quinn, che ha preso parte alla protesta, ha dichiarato: “Abbiamo usato la vernice rossa perché le loro mani  sono sporche di sangue per quello che è successo”.
“L’hanno incoraggiato, hanno plasmato questi giovani per diventare quello che sono e sono loro ad armarli”.
“Devono assumersi la responsabilità di quello che è successo”.
“Finora hanno giustificato dicendo che si è tratto di uno sparo accidentale: non si spara accidentalmente”.
“Quando metti una pistola nella mano di qualcuno e spara, è un omicidio”.
“Lyra merita di più e sono felice che ci siano così tante persone qui oggi a vedere . A vedere questi uomini che ci guardano [erano presenti sul poso almeno 6 rappresentati di Saoradh , ndr].
“Non rappresentano il repubblicanesimo in questa città”.
“Le persone hanno avuto paura di opporsi a gente come questa, noi non abbiamo paura”.
“Il nome di Lyra McKee non sarà mai dimenticato in questa città”, ha aggiunto Quinn. “Dobbiamo farlo per lei.”

154702968-f7fecd11-6a39-4048-b350-41acb2bd443a1033025372

Un altro amico ha detto: “Ne abbiamo abbastanza: c’è una generazione più giovane emergente che non ha bisogno che vengano messe delle pistolo nelle proprie mani”.
“Ha bisogno di lavoro,  di un servizio sanitario e di un’istruzione migliori.

John Lindsay, residente nella zona, ha dichiarato: “Stiamo usando questa opportunità per parlare contro queste persone (dissidenti)”.
“Tutta la città ha dettodi non volerli qui”.
“Hanno la libertà di parlare, non hanno libertà di violenza e non hanno il diritto di compiere atti di violenza.
“C’è un cambio di atteggiamento, anche i repubblicani più intransigenti li stanno criticando e esortando a desistere”.

La giornalista Lyra McKee è stata colpita a morte da un proiettile sparato durante uno scontro scoppiato nella serata del 18 aprile, all’incrocio tra Fanad Drive e Central Drive a Derry. Ad una massiccia operazione di sicurezza della PSNI aveva fatto seguito un riot tra esponenti della comunità repubblicana e gli agenti di polizia, con lanci di moltov, pietre e bottiglie, prima del tragico epilogo.

I funerali di Lyra McKee sono in programma per mercoledì 24 aprile alle ore 13, presso St Anne’s Cathedral a Belfast.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.