DERRY, UNANIME TRIBUTO A LYRA McKEE, LA GIORNALISTA UCCISA

Lyra McKee è stata colpita stanotte da un proiettile diretto alla polizia. La PSNI: “Siamo ragionevolmente certi che sia stata la New IRA e stiamo trattando il caso come un attacco terroristico”

Cordoglio unanime e attestazioni di stima per Lyra McKee, la giornalista rimasta uccisa la scorsa notte a Derry, colpita a morte da uno dei proiettili esplosi durante il riot che ha seguito una massiccia operazione della PSNI a Creggan.

Nel 2016, la rivista Forbes aveva nominato Lyra McKee tra i migliori 30 dei giornalisti under 30. Stava lavorando a un nuovo libro che avrebbe dovuto essere pubblicato nel 2020.

Michelle O’Neill, dello Sinn Féin, ha immediatamente condannato l’accaduto.

“Il mio cuore va alla famiglia della giovane donna uccisa dai cosiddetti dissidenti. Questo è un attacco alla comunità, un attacco al processo di pace e un attacco al Good Friday Agreement. Lancio un appello perché si mantenga la calma e perché chiunque abbia informazioni si rivolga alla PSNI”, ha scritto.

“Una notizia che spezza il cuore”, scrive Arlene Foster, del DUP. “Coloro che portavano armi negli anni ’70, ’80 e ’90 erano dalla parte del torto e lo sono oggi nel 2019. Nessuno vuole tornare indietro. I miei pensieri vanno anche ai coraggiosi agenti che hanno difeso la comunità”.

L’Arcivesco Eamon Martin ha twittato: “21 anni dopo il nostro storico accordo di pace, ci svegliamo con la notizia sconvolgente di una morte inutilee inutile e violenta per le strade di Derry”.

“Questo atto è orrendo, è ingiustificato”, ha commentato Hamilton, il capo della PSNI, che ha spiegato che il riot è scoppiato perché la polizia stava cercando “armi che i dissidenti avrebbero potuto usare durante le commemorazioni di Pasqua”.

I gruppi Repubblicani hanno annunciato che le commemorazioni di Pasqua previste a Derry sono state annullate.

Seamus Dooley, il segretario irlandese del National Union of Journalists si è dichiarato “scioccato” dalla notizia dell’omicidio di una giornalista con tanto “coraggio, stile, e integrità”.

Il Segretario di Stato, Karen Bradley, ha rilasciato una dichiarazione in cui si definisce “sconvolta”.

“I miei pensieri e le mie condoglianze alla famiglia. I responsabili per la scorsa notte di violenza non hanno nulla da offrire a nessuno in Nord Irlanda. La stragrande maggioranza delle persone rifiuta le loro azioni intollerabili e vuole costruire un futuro pacifico e più prospero per tutti in Irlanda del Nord”.

Anche il Tánaiste Simon Coveney ha lanciato un appello perché i disordini si fermino.

“La notizia di Derry è scioccante e tragica. I nostri pensieri vanno alla famiglia e agli amici di Lyra McKee. Invito chiunque abbia informazioni a rivolgersi alla PSNI.
“Non c’è giustificazione per questa tragedia e faccio appello a chi ha intenti violenti a fermarsi”, ha aggiunto.

Tratto da ITV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.