ATM RUBATI. EX PROVOS SOSTIENE: “STANNO ACCUMULANDO DENARO PER UNA CAMPAGNA DI CONFINE”

Si infoltiscono i timori che ci siano i dissidenti repubblicani dietro al susseguirsi di ATM rubati in Irlanda del Nord. La testimonianza di un ex membro della Provisional IRA rilasciata all’Irish Mirror

La PSNI non ha mai fatto mistero che la pista dissidente sia una delle più papabili nelle indagini sui furti delgli ATM, che si stanno susseguendo da settimane in Irlanda del Nord e nelle aree di confine della Repubblica D’Irlanda. L’ultimo colpo registrato è avvenuto a Bushmills il 16 aprile.

Si ritiene che i furti abbiano fruttato circa 700.000 euro.

Una fonte legata all’ambiente della Provisional IRA ha dichiarato, all’Irish Mirror, di essere convinto del coinvolgimento dei dissidenti repubblicani, intenzionati ad investire il denaro in armi ed esplosivi e ad approfittare dal caos che potrebbe derivare dalla Brexit.

 

La fonte, un ex comandante della Provisional IRA, ha dichiarato: “Loro [i repubblicani dissidenti] stanno accumulando i soldi per una campagna di confine e vogliono approfittare della Brexit”.
“Sono altamente organizzati. Vogliono avere un fondo cassa pronto per la battaglia e sono già a buon punto”.
“Stanno operando con precisione militare e noterete che, dopo quasi una dozzina di raid, non ci sono stati arresti”.
“Nessuno lo dice, ma sono i cosiddetti dissidenti che stanno organizzando questi raid e il piano è di tornare in guerra”.

Il ministro della giustizia Charlie Flanagan ha condannato gli attacchi dicendo che non sono “reati senza vittime”.
“È chiaro che hanno un impatto significativo sia sulle aziende che sulle comunità,ovunque si verifichino e quindi è imperativo che vengano fermati. Sia An Garda Siochana che la PSNI stanno conducendo indagini su queste rapine e sono certo che porteranno i colpevoli alla giustizia”, ha dichiarato.

Il capo europeo della ATM Industry Association ha invitato le comunità ad allertare le forze di sicurezza se dovessero vedere scavatori o altri veicoli in movimento in orari insoliti. Le rapine hanno infatti come denominatore comune, l’utilizzo di escavatori usualmente rubati da cantieri vicini ed impiegati per smurare gli ATM.

Ron Delnevo, intervenendo a RTE’s News At One, ha affermato che i bancomat sono una risorsa della comunità, in particolare nelle città e nei paesi che non hanno una filiale bancaria.
Delnevo suggerisce ai residenti di mettere in atto una strategia di vigilanza che permetta di monitorare le postazioni ATM, per fare in modo che non siano facili prede per i ladri.

Tratto da Irish Mirror

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.