AZIONE LEGALE DI UN ATTIVISTA DI SAORADH CONTRO L’USO IMPROPRIO DEI SOCIAL MEDIA DA PARTE DELLA PSNI DI NEWRY

Riportiamo di seguito comunicato divulgato da Saoradh, con il quale critica aspramente l’utilizzo improprio dei social media da part del Police Service of Northern Ireland, soprattutto nei confronti del repubblicano attivista Stephen Murney

L’azione legale è stata avviata dopo che la PSNI è stata coinvolta in casi di uso scorretto degli account dei social media al fine di colpire i Repubblicani. Anche il Police Ombudsman ha anche avviato un’indagine sulla questione.

Screenshot_20190401-201656_Facebook

Questa azione segue una serie di post di “Sgt KG” diretti a Saoradh e al suo rappresentante di Newry Stephen Murney. Commentando gli ultimi sviluppi, il presidente di Saoradh An Iúir, Anthony Coyle, ha dichiarato: “Diversi post sono apparsi sulle pagine Facebook e Twitter della PSNI di Newry e Morne nel corso dei mesi, tutti postati da quel membro delle forze della Corona in servizio”.

“Questi messaggi hanno preso di mira dichiarazioni che Saoradh ha rilasciato in merito ad attivismo politico legittimo. I nostri membri sono stati coinvolti nell’aiutare le nostre comunità, inclusa una campagna anti-effrazione, avviata da Saoradh nell’area di Derrybeg”, ha continuato Coyle.

20190401_203440
“Il membro delle forze della Corona è arrivato persino a postare screenshot del nostro rappresentante locale, Stephen Murney, con il suo nome e la sua foto, sulla loro pagina, e ha continuato a etichettare sia lui che Saoradh come ‘teppisti'”.
“Questi sono solo due di almeno diciassette post che la RUC ha pubblicato per colpire Saoradh e i nostri attivisti di Newry”.
Coyle ha aggiunto: “È chiaro che le azioni del membro della RUC/PSNI in questione erano deliberatamente discriminatorie nei confronti di Stephen, e l’opinione politica di Saoradh e tali dichiarazioni pubbliche da parte di un membro della RUC/PSNI in servizio sono un tentativo diretto di violare il diritto di libertà di espressione politica”.
“Qui abbiamo una situazione in cui i membri delle forze della Corona usano impropriamente questi account online come se fossero le loro pagine personali.
“Stanno usando questi account per attaccare un partito politico, dichiarazioni di un partito e attivisti di un partito”.
In conclusione, Coyle ha dichiarato: “Stephen ha incontrato i suoi rappresentanti legali, avvocati per i diritti umani con sede a Phoenix Law, e ora sono in corso procedimenti legali”.
Il legale rappresentante di Stephen Murney, Darragh Mackin, della Phoenix Law, ha dichiarato: “Non è, e non potrà mai essere accettabile per la PSNI utilizzare i social media come strumento per attaccare e diffamare gli individui e i loro ideali politici. Tali gesti sono un attacco fondamentale ai nostri diritti alla libertà di espressione e  abbiamo presentato una denuncia a cui seguirà un’azione legale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.