E’ MORTO JOHN STALKER. INDAGO’ SULLA POLITICA ‘SPARARE PER UCCIDERE’ IN IRLANDA DEL NORD

Il 15 febbraio, John Stalker è morto all’età di 79 anni. Si deve a lui la “Stalker Inquiry” che indagò sulla politica “sparare per uccidere” contro i membri della Provisional IRA durante i Troubles

John Stalker, nato a Manchester, fu uno degli ufficiali di più alto profilo della Gran Bretagna, prestò servizio nella polizia per più di trent’anni e raggiunse il grado di vice capo della polizia.

Durante il suo periodo come agente di polizia, Stalker girò il mondo per studiare il terrorismo e la criminalità in Europa, Stati Uniti e Sud America.

Al suo ritorno lavorò per due anni in Irlanda del Nord, indagando sulla presunta politica dello Stato “sparare per uccidere” (shot to kill policy), che prese di mira i membri della Provisional IRA all’epoca dei Troubles. L’inchiesta divenna nota come “The Stalker Inquiry“.

Dopo il suo ritiro nel 1987, iniziò una nuova carriera come giornalista e perseguì la sua passione per la scrittura, pubblicando un’autobiografia nel 1988.

Tratto da Belfast NewsLetter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.