TROUBLES. POSSIBILE CAUSA DI RISARCIMENTO PER LESIONI PSICHIATRICHE DELLE ‘VITTIME SECONDARIE’

Una donna si sta battendo per un potenziale risarcimento per lo shock subito nell’apprendere la notizia del ferimento del marito in un attentato lealista

Eileen O’Halloran ha intentato causa di risarcimento per il trauma che ha detto di aver subito, scoprendo che suo marito Martin era tra i feriti di un’esplosione a North Belfast, nell’aprile del 1975.

Un caso che potrebbe aprire l’orizzonte sulle lesione psichiatriche subite dalle ‘vittime secondarie’.

Eileen O’Halloran, 62 anni, ha fatto causa alla polizia e al Ministero della Difesa, per presunta collusione di Stato con gli attentatori.
Il suo team legale prevede che l’azione potrebbe avere importanti implicazioni per centinaia di altre ‘vittime secondarie’, non presenti fisicamente sul luogo delle atrocità terroristiche durante i Troubles.

La difesa sostiene che Eileen O’Halloran non sia in grado di stabilire, una sufficiente diretta prossimità fisica e temporale all’evento traumatico.

La loro richiesta verrà discussa presso la High Court di Belfast.

Martin O’Halloran rimase ferito in un attentato mentre aspettava un autobus all’angolo tra Oldpark Road e Ballynure Street. All’epoca lei era una paziente del Mater Hospital di North Belfast.
La donna sentì per caso che un uomo, identificato come suo marito, era rimasto gravemente ferito nell’esplosione.
La notizia la lasciò traumatizzata e le causò un danno psichiatrico.

Gli imputati, dal canto loro, negano ogni accusa di collusione e sostengono che Eileen O’Halloran, non essendo vittima primaria, non abbia diritto di vantare alcuna richiesta di risarcimento per lesioni psichiatriche.
Non ha subito lesioni fisiche, non è stata direttamente coinvolta nell’attentato e non ha mai assistito direttamente all’attacco o alle sue conseguenze immediate.

“Questo caso ha un potenziale di vasta portata per centinaia di sopravvissuti al trauma da stress post traumatico, molti dei quali sono rimasti seriamente traumatizzati nell’apprendere della morte o del ferimento di altre vittime, sebbene non fossero fisicamente presenti sulla scena”, ha dichiarato l’avvocato dell’accusa, Kevin Winters, uscendo dal palazzo di giustizia.

E’ la prima sfida in questa giurisdizione, nel tentativo di cambiare l’attuale legge derivante dal disastro dell’Hillsborough Stadium nel 1989 – in cui morirono 96 tifosi del Liverpool – e altri casi.

Fonte Belfast Telegraph

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.