REFERENDUM PER L’IRLANDA UNITA. FORTI PRESSIONI DELLO SINN FEIN SU THERESA MAY

Incontro a Stormont, tra il Primo Ministro britannico, Theresa May, e Mary Lou McDonald, leader dello Sinn Fein

I colloqui tra il Primo Ministro e il leader dello Sinn Fein hanno avuto luogo durante una serie di incontri a Stormont, protagonisti dei quali: Theresa May e i principali partiti politici.

Mary Lou McDonald, ha sollecitato il Primo Ministro a un referendum sull’unità irlandese, senza però ottenere alcun impegno da parte del governo.

Il Belfast Agreement del 1988 sancisce che il Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord ha facoltà di indire il referendum, in qualsiasi momento in cui ci sia sentore che la maggioranza degli elettori dell’Irlanda del Nord desiderino lasciare il Regno Unito e entrare in un’Irlanda unita.

La leader dello Sinn Fein ha ricordato che la maggioranza dei nordirlandesi ha votato contro la Brexit, affinché il Regno Unito rimanga nell’Unione Europea. Il fatto che la Regione possa essere estromessa dall’UE con il resto del Regno Unito, fa sì che il principio del consenso – un principio chiave del Belfast Agreement – venga meno.

“Nessuno in Irlanda ha acconsentito alla Brexit, il popolo del Nord dell’Irlanda ha votato per rimanere”, ha dichiarato Mary Lou McDonald.

“Secondo quanto stabilito dal Good Friday Agreement, la premessa centrale per quanto riguarda le disposizioni costituzionali, è il concetto di consenso. Crediamo che il concetto di consenso venga danneggiato, nel momento in cui si tenta di costringere il Nord dell’Irlanda ad uscire dall’Unione Europea, contro il volere democratico espresso dalla popolazione.”

Al termine dei colloqui, la McDonald ha affermato che né il Primo Ministro né il Segretario di Stato, Karen Bradley, si sono impegnati a dire, quando e se, potrebbe essere indetto un referendum sull’unità irlandese.

Anzi, il portavoce ufficiale del Primo Ministro ha riferito ai giornalisti a Westminster: “Le condizioni per un sondaggio sul confine sono stabilite dal Belfast Agreement”.
“E’ parere del Segretario di Stato per il Nord Irlanda, che la maggioranza della popolazione dell’Irlanda del Nord continui a sostenere l’attuale processo politico e che le circostanze che giustifichino un sondaggio di frontiera, non siano soddisfatte”.

Fonte Belfast Telegraph

Annunci

2 commenti

Rispondi a benmadigan Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.