MAGHABERRY. GAVIN COYLE INIZIA HUNGERSTRIKE DI 72 ORE

Questa sera, domenica 23 marzo, il prigioniero Repubblicano Gavin Coyle, internato in isolamento da tre anni, ha informato lo staff di Maghaberry dell’intenzione di iniziare uno sciopero della fame di 72 ore per protestare contro il rifiuto dell’amministrazione di trasferirlo nella Roe House 4. Riportiamo in traduzione un comunicato dell’IRPWA

Gavin Coyle è detenuto in isolamento nella Care & Supervision Unit (CSU) di Maghaberry da quando gli fu ritirata la licenza di libertà, in aprile 2011, e la sua richiesta di trasferimento nella Roe 4 fu rifiutata. L’amministrazione carceraria spiegò la decisione informandolo che nell’ala Repubblicana pendeva su di lui una “minaccia di morte”, minacccia che i Repubblicani e soprattutto i prigionieri Repubblicani della Roe 4 smentirono immediatamente, chiedendo loro stessi che Gavin venisse trasferito.

Tuttavia, l’amministrazione insistette di essere in possesso di informazioni d’intelligence a sostegno della teoria della “minaccia”, e rifiutò nuovamente il trasferimento.

La vera ragione del rifiuto fu chiara poco tempo dopo, quando Coyle ricevette una visita di membri dell’MI5 che tentarono di reclutarlo come informatore. Dal 2011, i tentativi sono stati numerosi.

La Care & Supervision Unit dove Gavin è detenuto ormai da quasi tre anni è più comunemente conosciuta tra i prigionieri come “the Boards”, ed è a tutti gli effetti un’ala punitiva. Ha in vigore un regime severissimo, che solitamente consiste in 23 ore in cella senza possibilità di uscire. Infatti, numerosi sono gli studi che dimostrano che prigionieri che siano stati detenuti a lungo in isolamento soffrono comunemente di gravi ripercussioni sulla salute mentale. Che il prigioniero ne manifesti i sintomi o meno, è evidente che gli venga inflitta una sofferenza straziante, crudele e inumana.

La detenzione in isolamento forzato e prolungato subita da Gavin Coyle è una violazione dell’Articolo 3 della Convenzione Europea dei Diritti Umani, che afferma che “nessuno deve essere sottoposto a torture o a trattamenti inumani o degradanti o punitivi”. L’isolamento forzato e prolungato è ingiustificabile in qualunque circostanza, sia che sia imposto come punizione sia per qualunque altra motivazione.

Gavin Coyle è un prigioniero Repubblicano, e rientra nei criteri stabiliti dallo Steele Report del 2003 per essere detenuto nell’ala Repubblicana separata dal resto del carcere. Noi, l’IRPWA, chiediamo che Gavin sia trasferito nella Roe 4 immediatamente per il resto della sua sentenza.

L’IRPWA coglie l’occasione per inviare il suo supporto e la sua solidarietà a Gavin per le sue 72 ore di protesta.

gavcoyle1sml

(Immagini di proprietà dell’IRPWA)

Advertisements

2 pensieri su “MAGHABERRY. GAVIN COYLE INIZIA HUNGERSTRIKE DI 72 ORE

  1. Pingback: POWS REPUBBLICANI DELLA ROE 4 IN SCIOPERO DELLA FAME PER 2 GIORNI | The Five Demands

  2. Pingback: SUPPORTO REPUBBLICANO AI POWS IN PROTESTA NELLA ROE HOUSE | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...