PSNI: I CHECKPOINTS, UN VALIDO “DETERRENTE”

La PSNI difende la scelta di istituire checkpoints per contrastare i dissidenti Repubblicani

I checkpoints sarebbero un “valido deterrente” per prevenire attacchi da parte dei dissidenti Repubblicani: lo dichiara il Chief Superintendent Alan McCrum.

“Rispetto a com’era durante i Troubles sono molto più sporadici e durano meno, ma non sono prevedibili”, ha spiegato. “Questo fa si che sia possa ottenere un buon equilibrio tra pubblica sicurezza e protezione”.

Tuttavia, ha assicurato che le operazioni “non intralciano la vita commerciale della città”, e Paul McMahon, direttore della Belfast Chamber of Trade and Commerce, lo ha confermato: “Ci sono ottimi segnali che indicano un Natale positivo per il commercio”.

Sono per ora 323 i checkpoints istituiti, e 1784 i veicoli fermati tra il 25 novembre e il 10 dicembre.

Annunci

Un pensiero su “PSNI: I CHECKPOINTS, UN VALIDO “DETERRENTE”

  1. Pingback: PUGNO DI FERRO SUI DISSIDENTI. TRE ARRESTI A BELFAST E LURGAN | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...