CORTE D’APPELLO: NESSUNA ATTENUANTE, MICHAEL STONE RESTA IN CARCERE

Lo spietato killer lealista che sparò sulla folla al cimitero di Milltown durante i funerali dei Gibraltar Three resta in carcere: lo ha deciso oggi la Corte d’Appello

Nessuna attenuante, anzi “numerose aggravanti”, come ha fatto notare il giudice della Corte d’Appello, Declan Morgan: fallisce così il tentativo del killer lealista di veder ridotta la sentenza a 30 anni a cui fu condannato dopo la strage di Milltown.

Stone aprì il fuoco sulla folla riunita per i funerali di Mairéad Farrell, Séan Savage e Michael McCann, uccisi a Gibilterra dalla SAS il 6 marzo 1988. Mentre la terza bara veniva posata a terra, il killer iniziò a sparare all’impazzata e a lanciare granate, finché riuscirono a disarmarlo: tre le vittime – Thomas McErlean, John Murray and Kevin Brady – e più di cinquanta i feriti.

“La motivazione degli omicidi era politica, e il killer ha agito con l’intento di incutere terrore al resto della comunità. Oltretutto, si era armato pesantemente, il che implica premeditazione. Queste sono aggravanti, non c’è alcun fattore attenuante”, è stato il verdetto.

Stone, autore di numerosi altri omicidi e mente di alcuni tentativi di omicidi – tra cui un piano per uccidere Martin McGuinness alla fine degli anni ’80, poi abbandonato all’ultimo momento – si era “offerto come killer professionista” per “qualunque gruppo lealista che lo avesse voluto”.

Ricevette l’ergastolo nel 1989, condannato per sei omicidi, cinque tentativi di omicidio e tre cospirazioni di omicidi. Fu poi scarcerato dopo la firma del Good Friday Agreement, secondo i termini dell’accordo, ma la sua ossessione per i leader dello Sinn Féin gli costò nuovamente il carcere nel 2006, dopo che si presentò a Stormont armato di esplosivi, coltelli, un’ascia e una garrotta.

Il verdetto odierno stabilisce che un suo eventuale rilascio non tornerà in discussione prima del 2018.

Articoli correlati

Annunci

2 pensieri su “CORTE D’APPELLO: NESSUNA ATTENUANTE, MICHAEL STONE RESTA IN CARCERE

  1. Pingback: STRAGE DI MILLTOWN. MICHAEL STONE SI DICE “DISPIACIUTO” | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...