PRISON SERVICE: IN 371 POTREBBERO CERCARE IL RE-IMPIEGO DOPO IL LICENZIAMENTO

60 milioni di liquidazione, un pacchetto di 100.000 sterline più 18.000 sterline l’anno di pensione, eppure 371 agenti del personale carcerario nordirlandese potrebbero cercare un nuovo impiego

Il Justice Committee di Stormont ha sollevato perplessità sul programma di liquidazione, che costerebbe 60 milioni di sterline per i prossimi due anni, lasciando comunque la possibilità a chi vi rientra di provare a richiedere la riassunzione. È il caso di 371 agenti dello staff del Prison Service, che dovranno presentare le richieste di liquidazione entro il prossimo 17 febbraio, quando ricominceranno anche le assunzioni alla luce del “radicale rinnovamento” che Colin McConnell sottolinea: “Le riforme del sistema carcerario hanno portato ad un solido progresso”, nonostante le pesanti accuse mosse al Prison Service di non saper trovare una risposta ai bisogni del 21esimo secolo dopo anni di violenza.
Dopo il vortice di polemiche che ha investito la PSNI a causa del re-impiego di ex agenti RUC, l’analogo problema del Prison Service non può che lasciare dubbi al Justice Committee, dopo che è stato messo in chiaro che nulla impedirebbe ai 371 agenti di cercare un re-impiego.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.