LE TATTICHE ‘DIFFAMATORIE’ DEL FIANNA FAIL CONTRO GERRY ADAMS

Il partito vuole costringere Gerry Adams ad ammettere la sua appartenenza all’IRA

Come in ogni campagna elettorale che si rispetti, è guerra tra i candidati.
Gerry Adams lo scorso novembre aveva annunciato l’abbandono delle sue poltrone di parlamentare all’Assembly di Stormont e di deputato a Westminster, con l’unico scopo di poter concorrere alle Elezioni Generali nella Repubblica di Irlanda. Una mossa da molti giudicata azzardata. Gli stessi analisti politici avevano visto nella decisione del leader dello Sinn Fein il rischio di un clamoroso scivolone che potrebbe portare alla fine inglorisosa di una gloriosa carriera politica.
Sta di fatto che lo Sinn Fein sta cavalcando un’onda di consensi che potrebbe smentire tutti gli scettici.
E Gerry Adams, che contenderà un seggio al Dail per la circoscrizione di Louth, si trova ora a dover controbattere le picconate dei suoi avversari politici.
Ma non è sicuramente il leader dello Sinn Fein a temere il confronto e per questo non ha esistato ad accusare il Fianna Fail di attuare tattiche diffamatorie, per ottenere una ‘confessione’ di appartenenza all’IRA, durante quelli che sono stati gli anni ruggenti del gruppo paramilitare repubblicano.
Michael Martin, antagonista Fianna Fail di Gerry Adams, ha dichiarato che la persistente negazione getta un’ombra sulla credibilità Adams.
“C’è un problema fondamentale per Gerry quando lui continua a negare la sua appartenenza all’IRA”, ha detto Martin.
“Perché ogni volta che parla nei dibattiti della campagna elettorale di onestà, e trasparenza, va in netto contrasto con la propria posizione sul passato”.
Martin McGuinness non ha un problema di ammettere la sua appartenenza al passato, ma penso che ci sia un problema enorme per Gerry Adams, in nel senso di credibilità”.
I sondaggi danno Fianna Fail e Sinn Fein, gomito a gomito per la conquista del terzo posto nelle politiche della prossima settimana.

Adams hits back on ‘smear tactics’ (Belfast Telegraph)
Gerry Adams has accused Fianna Fail of dirty smear tactics over demands for him to admit his alleged IRA past.
The Sinn Fein leader, who is contesting a Dail seat in Louth, has always insisted he was never a member of the organisation.
But his Fianna Fail counterpart Micheal Martin said the persistent denials had cast a shadow over Mr Adams’ credibility.
“There is a fundamental problem for Gerry when he continues to deny his membership of the IRA,” said Mr Martin.
“Because every time he talks in this debate during the election about honesty, about being up front and transparent, it jars very much with his own position about the past.
“Martin McGuinness doesn’t have a problem admitting his membership in the past but I think there is a huge problem for Gerry Adams in a credibility sense.”
Opinion polls show Fianna Fail and Sinn Fein are slogging it out with each other for third place in next week’s general election.
Mr Martin went on the attack after Mr Adams brought up white collar crime and fraud in Ireland during a five-way televised party leaders’ debate on Monday night.
The Fianna Fail leader claimed Mr Adams and the Northern Ireland Deputy First Minister Martin McGuinness knew about plans for the infamous Northern Bank robbery during negotiations with the Irish and British governments.
But Mr Adams dismissed the allegations as a down and dirty ploy to undermine his party’s neck-and-neck position with Fianna Fail. “This is a smear,” the former West Belfast MP said.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.