Tag Archives: hunger strikes

‘LAVAGGIO DEL CERVELLO’ PER FERMARE L’HUNGER STRIKE

Gli archivi del 1982 rivelano un piano, poi accantonato, per far capitolare prigionieri ‘prescelti’ dalle loro intenzione di proseguire nell’Hunger Strike Escludendo a priori dal governo il coinvolgimento del personale medico del Maze, la pedina designata dal piano avrebbe potuto essere solamente l’assistente governatore McCartney, solito a far visita negli H-blocks. Il suo compito sarebbe stato quello di instaurare un

Continua a leggere

L’HUNGER STRIKE AVREBBE POTUTO DILAGARE NELLE PRIGIONI INGLESI

Rivelati nuovi documenti circa l’Hunger Strike del 1981. Resa pubblica una lettera indirizzata da Brian Keenan a Gerry Adams, attrsaverso la quale gli proponeva di mediare i rapporti tra l’IRA Army Council e le autorità britanniche, al fine di sbloccare la situazione di stallo che si era venuta a creare Un intervento di Gerry Adams nei rapporti tra l’IRA Army

Continua a leggere

LO SCIOPERO DELLA FAME E’ ESPRESSIONE DI UN MONDO OPPRESSO

Khader Adnan, diventato simbolo della resistenza palestinese, racconta i suoi 66 giorni di hunger strike nella prigione israeliana. Nell’intervista ad Al Jazeera, un particolare ringraziamento per il supporto ricevuto dal popolo irlandese “Chiedo a Dio di smuovere le coscienze degli uomini liberi in tutto il mondo.Ringrazio tutti, soprattutto l’Irlanda, per avermi sostenuto nel mio sciopero della fame. Chiedo loro di essere solidali con tutti gli hunger strikers

Continua a leggere

L’INLA RINUNCIA ALLA VIOLENZA

Lotta armata finita per l’Irish National Liberation Army L’Irish National Liberation Army ha annunciato nel pomeriggio di oggi 11 ottobre che la ‘lotta armata è finita’ e che il suo obiettivo sarà unicamente una ‘pacifica lotta politica’. Ha leggerne la dichiarazione ufficiale è stato un rappresentante dell’IRSP (Irish Republican Socialist Party), suo braccio politico, durante un evento che si è

Continua a leggere

LETTERA DA UN REPUBBLICANO

Vi riporto la lettera aperta di un “repubblicano” pubblicata da Belfast Media, converrete con me che non e’ necessario aggiungere altro. “Scrivo questa lettera non come membro di un gruppo politico o militare, ma come un impenitente repubblicano irlandese. Gli eventi degli ultimi giorni hanno scosso tutti noi, chi in un modo, chi nell’altro, ma penso che ci abbia anche

Continua a leggere