Volantini anti-PSNI in aree cattoliche della contea di Tyrone

La distribuzione dei voltantini sarebbe collegata alla notizia di una visita ad una stazione della polizia, programmata da una scuola secondaria cattolica

Migliaia di volantini a colori, di formato A5, sono stati collocati su veicoli parcheggiati nei pressi di chiese cattoliche, attraverso l’intera contea di Tyrone.

Si tratta di attività di protesta svolta, lo scorso week end, da membri di Saoradh in risposta ai piani di una scuola secondaria cattolica della contea, di portare gli alunni in visita ad una stazione della PSNI.

La decisione del movimento repubblicana è scaturita dopo che l’arcivescovo Eamon Martin ha incoraggiato i giovani a prendere in considerazione una carriera nella PSNI, all’interno di newsletters parrocchiali distribuite lo scorse mese nelle diocesi di Armagh e Dromore.

103339995-a3a97903-5c25-4fdb-819b-1a75a90fe050

Saoradh, informata dai genitori, ha scritto alla scuola diverse settimane fa e sta valutando la possibilità di tenere un picchetto fuori dalla stazione PSNI presso la quale dovrebbe recarsi la scolaresca, la prossima settimana.

Patsy McGlone, MLA SDLP e membro del comitato giudiziario di Stormont, ha dichiarato: “il popolo irlandese ha votato in modo schiacciante per l’accordo del Venerdì Santo, incluse modifiche alle politiche di poliza”.

McGlone ha affermato che gli autori dei volantini “dovrebbero rispettare il mandato del popolo irlandese e rispettare la necessità di un’adeguata protezione”.

Ha aggiunto: “sappiamo che la polizia ha necessità di recarsi nelle scuole per mettere in guardia i giovani dall’orrore della dipendenza, dai pericoli provenienti dall’estero e dall’abuso di internet, solo per fare alcuni esempi”.

Uno dei volantini riportava il messaggio: “Secondo Saoradh, le scuole dovrebbero essere un ambiente di apprendimento neutrale, un rifugio sicuro. Un posto dove i nostri figli dovrebbero poter andare ad imparare e crescere”.

“Non un luogo in cui uomini armati, alcuni dei quali hanno fermato e perquisito i bambini stessi sulla base delle cosiddette leggi antiterrorismo, sono liberi di essere invitati senza il consenso o la considerazione della comunità”.

Fonte Irish News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.