PIOVONO CRITICHE SUL NI PRISON SERVICE DOPO CHE UN LIBRO SUI DISSIDENTI E’ STATO BANDITO DA MAGHABERRY

Il NI Prison Service ha commissionato una revisione dei libri ai quali dei quali è concessa la lettura ai prigionieri. Azione ritenuta necessaria dopo che ‘Unfinished Business: The Politics Of “Dissident” Irish Republicanism’ è stato bandito da Maghaberry

La decisione del Northern Ireland Prison Service è arrivata dopo che è emerso che il libro ‘Unfinished Business: The Politics Of “Dissident” Irish Republicanism’ era stato bandito dalla prigione di Maghaberry, carcere di massima sicurezza a Lurgan.

Alcune copie del libro erano state portate dai visitatori ai detenuti, ma le autorità carcerarie hanno rifiutato di consegnarli.

Il servizio penitenziario ha dichiarato di avere il dovere di mantenere un ambiente neutrale per i detenuti.

La BBC NI ha posto 3 domande al Department of Justice:

  • C’è una lista di libri a cui i prigionieri possono accedere?
  • In tal caso, come viene compilata la lista?
  • In questo caso specifico, perché non è stato permesso che questo libro venisse consegnato ai detenuti?

A ripondere è stato Ronnie Armor, direttore generale NI Prison Service, che ha dichiarato: “Il Northern Ireland Prison Service ha il dovere di mantenere un ambiente neutrale per i prigionieri, i visitatori e il personale”.
“Questo può essere particolarmente complicato e potrebbe significare che alcuni oggetti potrebbero non essere ammessi nelle nostre prigioni”.
“Non esiste una lista di libri non consentiti e le decisioni vengono prese caso per caso.
“Queste decisioni possono essere difficili e spesso sono accuratamente bilanciate”.
“Pertanto ho commissionato una revisione delle nostre attuali pratiche.”

Ronnie Armour ha avuto anche l’accortezza di contattare Marisa McGlinchey, autrice di Unfinished Business: The Politics Of “Dissident” Irish Republicanism, per discutere dell’apparente divieto del suo libro nella prigione.

La McGlinchey ha affermato di ritenere che il suo lavoro sia stato compromesso dall’approccio del NI Prison Service e ha chiesto ad Armour di spiegare perché ai prigionieri non è stato permesso di ricevere copie del libro”.

L’avvocato dell’autrice, Darragh Mackin, ha dichiarato che si tratta di un “pericoloso precedente, adottare una politica secondo cui alcuni libri possono essere banditi dalla prigione di Maghaberry, senza alcun motivo giustificabile”.

Per questa ragione il legale ha accolto con favore la notizia della revisione richiesta dal NI Prison Service e ha dichiarato di essere a conoscenza di altri casi in cui ai prigionieri era stato negato l’accesso ad opere accademiche.

Tratto da BBC News NI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.